Cesena, un dvd per la riabilitazione delle pazienti operate al seno

Cesena, un dvd per la riabilitazione delle pazienti operate al seno

CESENA - Dall'Azienda Usl di Cesena arriva uno strumento in più per le donne che devono iniziare il percorso riabilitativo dopo un intervento chirurgico al seno. L'Unità Operativa di Medicina Riabilitativa dell'Azienda, nell'ottica di garantire un percorso omogeneo e di supportare anche a casa le pazienti che hanno subito un'operazione al seno con lo svuotamento del cavo ascellare, ha realizzato un dvd con proposte di esercizi per il recupero dell'arto superiore.

 

Il dvd, distribuito dal reparto di Chirurgia Breve-Senologia dell'Ospedale Bufalini di Cesena a tutte le donne che subiranno l'intervento al seno con svuotamento del cavo ascellare, rappresenta una vera e propria guida con esercizi, informazioni, consigli e accorgimenti utili alle pazienti che, una volta dimesse, non necessitano di un trattamento riabilitativo specifico.

 

"Le tecnologie oggi a disposizioni consentono di assistere le pazienti con lesioni mammarie dal momento della diagnosi della patologia fino alla riabilitazione, garantendo loro il miglior risultato possibile - aggiunge il dottor Leonardo Lucchi, responsabile del servizio di Chirurgia Breve del Bufalini di Cesena. Gli interventi chirurgici sono sempre meno invasi, anche dal punto di vista estetico, ma questo non basta. E' importante che il recupero funzionale e sociale della donna avvenga nei tempi più rapidi possibili.

 

 "Sin dai primi giorni dopo l'intervento chirurgico - afferma il dottor Andrea Naldi, direttore dell'unità operativa Medicina Riabilitativa - è di estrema importanza iniziare un precoce e preciso programma di esercizi al fine di recuperare rapidamente la completa funzionalità del corpo, in particolare della spalla e del braccio. All'inizio quasi sempre i movimenti comportano delle sensazioni di fastidio e addirittura di dolore, sintomi che solitamente tendono a scomparire dopo pochi giorni. Naturalmente per situazioni cliniche particolari rimane la possibilità dell'accesso alla visita fisiatrica ambulatoriale nella modalità prioritaria per un eventuale trattamento rieducativo specifico".

Si arricchisce così di un ulteriore strumento il percorso senologico strutturato dall'Azienda Sanitaria per garantire alle donne un'assistenza continua di prima qualità.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -