Cesena: una "serata futurista" per chiudere i "Suoni del tempo"

Cesena: una "serata futurista" per chiudere i "Suoni del tempo"

CESENA - Il Futurismo compie cent'anni e viene riscoperto: il agosto (ore 21, 30)  al  Chiostro di San Francesco chiude I SUONI DEL TEMPOuna serata in prima assoluta dedicata alla produzione letteraria e musicale futurista.

Futurismo. Quale futuro? a cura di Marino Biondi e Roberto Greggi (in collaborazione con la Fondazione Renato Serra), propone letture di composizioni letterarie, manifesti, lettere (le voci sono di Gabriele Marchesini Roberto Mercadini).

La parte letteraria, che costituisce il filo conduttore della serata, è accompagnata da un programma musicale futurista, curato daDaniele Lombardi, pianista e artista visivo, una tra i maggiori esecutori in assoluto di musica d'avanguardia dei primi del Novecento.

In caso di pioggia  lo spettacolo sarà spostato sul palcoscenico del Teatro Bonci.

 

MARINO BIONDI insegna Storia della critica e della storiografia letteraria all'Università di Firenze. Premio Casentino per la Ricerca e la critica letteraria, conduce studi su letteratura e cultura dell'Otto e Novecento.

Fra i suoi libri, La provincia e la sua ombra. Uomini e luoghi del Novecento letterario (Vallecchi, 1984), Il sogno e altro. Note di letteratura e psicoanalisi (Gutenberg, 1988), Novecento. Storie e stili del romanzo in Italia (Festina Lente, 1991), La tradizione della città. Cultura e storia a Cesena e in Romagna nell'Otto e Novecento (Società di Studi Romagnoli, 1995), Renato Serra. Biografia dell'ultimo anno nel carteggio con Giuseppe De Robertis (Fara Editore, 1995), Fascismo e cultura. Letteratura arti e spettacolo di un Ventennio (Ponte alle Grazie, 1996), Critica e biografia (Fara Editore, 1997), Erudizione e letteratura (Società di studi Romagnoli, 1999). Presso l'editore fiorentino Polistampa ha pubblicatoFedele alla critica. Geno Pampaloni e la letteratura contemporanea (2000, Fiorino d'oro per la Saggistica), Scrittori e miti totalitari. Malaparte Pratolini Silone (2002), Scrittori e identità italiana (2004) e La cultura di Prezzolini (2005). Le pubblicazioni più recenti sono: La cultura cesenate dal Settecento al Novecento. Il tempo di Renato Serra (Ghigi, 2005), Serra a teatro (Il Ponte Vecchio, 2006), Le passioni del Novecento. Scrittori e critici a Firenze (Le Lettere, 2007).

 

Pianista, compositore e artista visivo di grande notorietà internazionale per il suo particolarissimo repertorio, DANIELE LOMBARDI per molti anni ha lavorato sulla musica delle avanguardie storiche degli inizi del Novecento, eseguendo in prima esecuzione moderna vari autori di quell'epoca. L'interesse musicologico che ha sotteso questo impegno lo ha portato a realizzare anche vari scritti, come Il suono veloce - Futurismo & Futurismi in musica. Da sempre interessato a una visione multimediale dell'arte, la sua ricerca spazia tra visioni astratte interiori e l'idea di un impatto sulla quotidianità, tra il ready-made e il miraggio, come nel recente lavoro Mitologie. Le sue Sinfonie per 21 pianoforti hanno avuto già tredici esecuzioni: in varie città Italiane, a Berlino, Parigi, New York, dove è stata anche eseguita per la prima volta la Threnodia for the victims 9/11. Ha diretto per alcuni anni a Roma il festival "Nuova Musica Italiana e Nuova Musica Internazionale". Nel 2007 ha avuto la direzione artistica del festival biennale "W Russolo", che si svolge a Portogruaro. Ha inciso numerosi LP, CD e DVD. Attualmente insegna pianoforte al Conservatorio "G. Verdi" di Milano.

 

GABRIELE MARCHESINI, regista professionista, prevalentemente teatrale ma anche radiotelevisivo, dopo gli studi umanistici svolge attività di attore e giornalista. Passato giovanissimo alla regia con lo spettacolo Hyeronimus Bosch, da lui scritto e diretto, da allora si confronta con tutte le tendenze dello spettacolo dal vivo a partire dal teatro di prosa, compreso il teatro di figura. Nel 2001 ha curato l'evento Diavoli e streghe eDavanti e dietro lo specchio, spettacolo in chiusura delle manifestazioni di Bologna 2000. A metà degli anni 70 ha partecipato alla prima trasmissione di radio libera d'Europa e ai primi esperimenti di TV via cavo. Negli anni 80 si è occupato della realizzazione di alcuni spot pubblicitari in pellicola. A partire dal 1982 collabora con la RAI sia in video che in radio.

Cura le regie di progetti originali tra musica e letteratura, per il Teatro Bonci di Cesena.

È direttore artistico del progetto estivo Teatro antico nei luoghi antichi che si tiene tutte le estati nella Necropoli di Misa (Marzabotto).

 

ROBERTO MERCADINI è nato a Cesena.

Ha scritto il testo della canzone Signora dei viaggi (2001), presente nell'album Lupi sintetici e strumenti a gas di Patrizio Fariselli. Ha firmato due raccolte di poesie, Buriane (2005) e Imita il rettile, l'anoressico, la pietra (2008), pubblicate sul web e da piccoli editori (FareEditore, Tosca). È autore e interprete di due monologhi, Spettacolo di Gioia e di Irrequietezza (2005), Gronderò oro mi farò tempesta (2006), di È vera carne, spettacolo dantesco, e, prodotti nel 2008, Fuoco nero su fuoco bianco sulla Bibbia Ebraica e Melangolo.

Come attore ha  lavorato in 3 passi con Cechov, adattamento in dialetto romagnolo del poeta Walter Galli per la regia di Corrado Bretoni, Herr Warum - la musica di Godel, concerto-spettacolo prodotto dal Teatro Bonci di Cesena nel 2006 e Nietzsche tra Wagner e Verdi, concerto-spettacolo prodotto dal Teatro Bonci di Cesena nel 2008.

 

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -