Cesena, unificazione dei distretti sanitari. Bartolini (PdL): "Continua lo smantellamento"

Cesena, unificazione dei distretti sanitari. Bartolini (PdL): "Continua lo smantellamento"

"Lo smantellamento della sanità locale procede a vele spiegate e il guaio è che nessun amministratore di sinistra osa mettere i bastoni tra le ruote alla coppia Errante". Così Luca Bartolini, consigliere regionale del Pdl, sulla possibilità che entro l'anno si fondano i due distretti sanitari di Cesena-Valle Savio e Rubicone-Costa.

 

"Questa sarà solo una prima mossa per indebolire la sanità locale e procedere con successivi accorpamento fino ad arrivare a un'unica azienda da affidare a Tiziano Carrara, già coordinatore di Area Vasta. Il bello, per così dire, verrà dopo. Dietro questo primo accorpamento - continua l'esponente del Pdl - si nasconde poi la possibilità di fondere le Ausl di Forlì e Cesena per consegnare a Carrara il comando sulla sanità romagnola. Fa piacere che il consiglio comunale di Savignano voti una mozione contro il distretto unificato, ma dov'era il sindaco Battistini quando la presidenza della Conferenza sanitaria territoriale dava le indicazioni per procedere alla fusione? Ora gli amministratori cesena ti del Pd diranno che questa unificazione serve per evitare la fusione con l'Ausl di Forlì e che la razionalizzazione degli aspetti amministrativi sarà un bene per l'Ausl di Cesena. Ma queste sono solo chiacchiere. I piani della Regione iniziano ad essere chiari e solo se ci sarà una tenace difesa dell'attuale organizzazione sanitaria locale si potrà salvaguardare un assetto che è più vicino al cittadino. Accentuando le decisioni i servizi più periferici verranno penalizzati e anche gli ospedali di Forlì e Cesena sono già stati indeboliti. Le tanto decantato eccellenza della nostra sanità rischiano di scomparire e ci si dimentica che la distribuzione territoriale dei servizi sanitari è fondamentale per dare una copertura soddisfacente. Vedremo come la sinistra cercherà di spiegare i vantaggi di questa assurda operazione nella bozza del progetto di unificazione. A nostro parere - continua Bartolini - Forlì e Cesena si dovrebbero mobilitare per difendere la propria sanità e non chiare la testa davanti alle decisioni prese da Bologna".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -