Cesena: ustioni sul 40% del corpo, bimbo albanese grave al "Bufalini"

Cesena: ustioni sul 40% del corpo, bimbo albanese grave al "Bufalini"

Cesena: ustioni sul 40% del corpo, bimbo albanese grave al "Bufalini"

CESENA - Una nuova operazione umanitaria ha visto l'Ausl cesenate al centro di un progetto di Cooperazione Internazionale per il ricovero e la cura di un bambino albanese di 2 anni colpito da gravi ustioni. Il piccolo è arrivato al Centro Grandi Ustionati del "Bufalini" tra il 22 e il 23 dicembre, dopo essere stato trasportato in aereo dall'ospedale di Tirana fino all'aeroporto di Bologna. L'intervento chirurgico è perfettamente riuscito, le sue condizioni sono stazionarie.

 

Dopo essere arrivato in aereo a Bologna, un'ambulanza con i medici del 118 ha atteso l'arrivo del bambino che è stato poi trasportato d'urgenza all'Ospedale Bufalini. Qui è stato visitato dal Direttore dell'Unità Operativa del Centro Grandi Ustionati Dott. Davide Melandri e dalla sua equipe, che hanno rilevato ustioni gravi sul 40% del corpo.

 

Il bambino era precedentemente ricoverato presso il Servizio Ustionati e Chirurgia Plastica dell'Ospedale di Tirana, dove era stato preso in cura in seguito ad un'ustione grave avvenuta il 24 novembre scorso. Nel corso delle settimane le sue condizioni si erano tuttavia aggravate, a tal punto da rendere necessario il trasferimento in un centro altamente specializzato e completamente attrezzato, dove fosse possibile garantirgli le cure adeguate ed effettuare il necessario intervento chirurgico.

 

L'intervento è stato effettuato al Centro Grandi Ustionati dell'Ospedale Bufalini nella mattinata del 28 dicembre: questo grazie all'impegno dell'Azienda Usl di Cesena, che ha richiesto alla Regione Emilia Romagna l'autorizzazione al ricovero del bambino, in base al programma assistenziale a favore dei cittadini stranieri che devono subire interventi particolari, previsto dalla legge 449/97.

 

Nel corso dell'operazione non si sono verificate complicazioni; al piccolo sono stati innestati lembi di cute autologa e lembi omologhi provenienti dalla Banca della Cute dell'Emilia Romagna che ha sede a Cesena.

 

Il bimbo resta ora ricoverato nel Centro Grandi Ustionati dell'Ospedale Bufalini e al momento le sue condizioni sono stazionarie. Resterà da valutare l'esito dell'intervento chirurgico nei prossimi giorni, e si prevede comunque un ricovero di diverse settimane. Durante il periodo di degenza il piccolo potrà essere assistito anche dai genitori e dalla famiglia, che sarà ospitata dall'Associazione San Vincenzo De Paoli di Cesena, che nella persona del presidente Luigi Dall'Ara si è resa disponibile ad offrire vitto e alloggio.

 

Questo intervento è l'ultimo in ordine di tempo di numerosi altri casi autorizzati dalla Regione Emilia Romagna in base all'Accordo di Cooperazione Internazionale per fini umanitari, che hanno interessato in questi ultimi anni le diverse Unità Operative dell'Ospedale Bufalini di Cesena.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -