Cesena, via Battisti. Angeli (Pli): "Nuovi interventi sulla famigerata pavimentazione"

Cesena, via Battisti. Angeli (Pli): "Nuovi interventi sulla famigerata pavimentazione"

Cesena, via Battisti. Angeli (Pli): "Nuovi interventi sulla famigerata pavimentazione"

CESENA - "La famigerata pavimentazione in pietra di via Battisti richiederà a breve ancora interventi urgenti. Infatti nella zona dell'incrocio con via Rosselli e via Fratelli Bandiera sono evidenti nuovi dissesti che la rendono già oggi pericolosa. Intanto continua da parte dell'amministrazione comunale di Cesena il silenzio assoluto sulle cause del dissesto, sulle responsabilità del medesimo e su eventuali risarcimenti richiesti". Lancia l'allarme Stefano Angeli, segretario provinciale del Partito Liberale Italiano.

 

"Eppure sono ormai passati sette mesi da quando l'amministrazione annunciò di aver ricevuto i risultati delle indagini tecniche eseguite per individuare appunto le cause dei dissesti nella pavimentazione di via Cesare Battisti. Tali indagini furono necessarie dopo che l'intera pavimentazione del primo lotto, ristrutturata nel 2007, era andata totalmente in pezzi. La pavimentazione di quel tratto fu rifatta completamente, con materiali diversi dall'originale progetto, nell'agosto scorso. A tutt'oggi l'unica "verità" pubblica su cause e responsabilità è ancora quella contenuta nel dossier, pubblicato sulla stampa locale e consegnato al sindaco Paolo Lucchi, prodotto dal sottoscritto l'anno scorso", afferma Angeli.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"A tale dossier, documentato e corredato da numerose foto, l'amministrazione non ha contrapposto una sua verità, ma solo silenzio, decidendo di secretare la relazione dello studio tecnico che eseguì le indagini ed opponendo vaghe giustificazioni di "necessità di riservatezza" per non rispondere alle richieste di chiarimento, contraddicendo le promesse di trasparenza fatte dal sindaco stesso nell'estate scorsa - conclude - La posizione del PLI e del sottoscritto sull'argomento è ancora oggi la stessa, ovvero che i cittadini hanno diritto di sapere chi ha sbagliato, quanto sono costati alle casse pubbliche tali errori e se l'amministrazione ha avviato, come promesso, azioni per rivalersi del danno sui responsabili. La richiesta è quindi ancora oggi di trasparenza su una vicenda che trasparente non lo è affatto".

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Christianr
    Christianr

    per fare la muraglia cinese hanno impiegato meno tempo........

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -