Cesena, via libera in Consiglio al salvagente da un milione di euro per Sapro

Cesena, via libera in Consiglio al salvagente da un milione di euro per Sapro

Cesena, via libera in Consiglio al salvagente da un milione di euro per Sapro

CESENA - Via libera dal consiglio comunale di Cesena al piano di salvataggio di Sapro, che comporterà per il municipio cesenate l'esborso extra di un milione di euro. Sarà la quota cesenate di una tranche da 3,4 milioni (un altro milione del Comune di Forlì, mezzo milione da provincia e e Camera di Commercio e 200 mila euro dai comuni di Forlimpopoli e Bertinoro), che serviranno a garantire a Sapro la liquidità in questi mesi di transizione. L'indebitamento totale ammonta a 105 milioni di euro.

 

In consiglio, accanto alla delibera che concede il milione di euro per il salvataggio è stato anche votato un ordine del giorno, votato dai partiti di maggioranza e dal Pri, che considera quest'azione come l'ultimo intervento del Comune di Cesena per il salvataggio della società. Da più parti si è poi levata la richiesta di accertare le responsabilità degli amministratori di Sapro. Molti consiglieri hanno parlato di "mission" tradita: Sapro si doveva occupare solo di insediamento industriale, per evitare speculazioni sui terreni destinati al produttivo, ma si è ritrovato in portafoglio circa il 40% di aree con destinazione diversa, agendo così fuori dai vincoli posti dai soci e come un vero e proprio soggetto di mercato.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -