Cesena, Zoffoli (Pd): occhi puntati sull'agricoltura

Cesena, Zoffoli (Pd): occhi puntati sull'agricoltura

Una giornata tutta dedicata all'agricoltura quella di venerdì per il consigliere regionale Damiano Zoffoli, ricandidato alle elezioni del 28-29 marzo, che ha preso parte a numerosi incontri assieme all'Assessore regionale all'agricoltura Tiberio Rabboni e all'On. Sandro Brandolini.

 

I tre nel pomeriggio hanno incontrato le associazioni di categoria del cesenate, mentre alla sera ,a San Giorgio, hanno partecipato al dibattito "Quali politiche per il futuro dell'agricoltura nel territorio cesenate".

"La Regione Emilia-Romagna ha lavorato con impegno per la nostra agricoltura e per lo sviluppo del territorio rurale - ha spiegato Zoffoli - con un Piano che prevede risorse pubbliche per oltre un miliardo e 200 milioni di euro".

 

Per il futuro, in particolare, l'Assessore Rabboni vuole intervenire sul difficile problema del ricambio generazionale. Quando un agricoltore chiude l'azienda, infatti, a venir meno non è solo un'impresa economica ma un presidio sul territorio importante per evitare dissesti idrogeologici.

 

"Quando si parla di difficoltà nel ricambio generazionale - ha spiegato Rabboni - il freno principale è sempre quello: la bassa redditività dell'attività agricola tradizionale. Alla quale si aggiungono due ulteriori aggravanti: l'elevato costo dei terreni agricoli e dei canoni d'affitto, assolutamente sproporzionati rispetto al valore economico della produzione realizzabile, e le difficoltà di accesso al credito bancario. Il Ministro Zaia ha annunciato la messa a disposizione dei terreni demaniali, ma in Emilia-Romagna non ci sono terreni di questo tipo liberi da vincoli di utilizzo e da contratti pluriennali. Si può intervenire, invece, con sostegni economici pubblici ai progetti imprenditoriali dei giovani agricoltori. Il Programma regionale di sviluppo rurale dell'Emilia-Romagna mette a disposizione un incentivo fino a 40mila euro per i giovani agricoltori che assumono la titolarità di un'azienda. I giovani inoltre hanno priorità in tutti i bandi regionali per il cofinanziamento degli investimenti per l'ammodernamento, nella partecipazione a corsi di formazione e di aggiornamento, per l'acquisto di servizi di consulenza tecnica e, non meno importante, per il sostegno alle aziende situate in zone svantaggiate e di montagna".

 

"Il ricambio generazionale è importante - ha concordato Zoffoli - ma le aziende agricole emiliane e romagnole hanno bisogno di un cambio di passo nell'organizzazione delle produzioni.C'è bisogno di una auto-riforma che faccia crescere l'agricoltura organizzata. Tanto è stato fatto, ma si avverte la necessità di nuovi traguardi.Insieme possiamo aprire un cantiere comune per sostenere attraverso nuovi strumenti legislativi, gestionali e finanziari, nuovi traguardi di organizzazione dell'economia agricola regionale, con l'obiettivo di accrescere il valore dei prodotti e del reddito agricolo nel rapporto con la Grande distribuzione organizzata (Gdo), con le filiere agroalimentari, con i mercati internazionali e i consumatori finali".

 

Negli ultimi cinque anni Zoffoli, come Consigliere regionale e Presidente della Commissione assembleare "Politiche Economiche", si è impegnato, in particolare, per il finanziamento degli impianti irrigui di nuova generazione, per ottenere ulteriore carburante agevolato per uso agricolo, per il sostegno all'apicoltura, minacciata dalla moria di api, per un equo risarcimento dei danni da maltempo e per l'annoso problema, ancora aperto, dei danni da fauna selvatica. È inoltre stato promotore degli "asili in fattoria", ha sostenuto i mercatini degli agricoltori a chilometro zero (farmers market) e la rassegna internazionale Macfrut. In aula è stato relatore della legge per gli interventi a favore dei Consorzi Fidi (accesso agevolato al credito dei produttori agricoli), della legge sulla tutela delle razze e varietà locali di interesse agrario e della legge sugli agriturismi.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -