Cesena, 'caso Birikkina'. In aula la parola ad ex imputati ed indagati

Cesena, 'caso Birikkina'. In aula la parola ad ex imputati ed indagati

Cesena, 'caso Birikkina'. In aula la parola ad ex imputati ed indagati

CESENA - Nuova puntata del processo ‘Birikkina'. Davanti al giudice del tribunale di Forlì Orazio Pescatore hanno testimoniato imputati ed indagati del processo. Tra questi Sergio Belli e Giampiero Brandolini, che hanno già patteggiato in sede preliminare, e che hanno evidenziato come nessuna tra le ballerine dovesse spingersi ‘oltre' al lecito tra le dipendenti. In aula anche due ballerine, che hanno ribadito quanto già spiegato nelle precedenti udienze dalle colleghe.

 

Le spogliarelliste avevano spiegato che ogni serata percepivano 50 euro più il 50% delle banconote che i clienti appoggiavano sul reggiseno e sulle mutandine durante la sfilata tra i tavoli, un'usanza molto diffusa nei night americani. Inoltre avevano chiarito di percepire anche il 50% degli introiti negli incontri nei privè. La parcella oscillava dai 60 euro per dieci minuti fino a 340 euro all'ora. Niente sesso nelle sale private, ma solo una replica degli strip.

 

Quindi ha preso la parola il 37enne Marco Stambazzi (difeso dagli avvocati Pier Paolo Prtrini e Raffaele Pacifico), che ha spiegato al giudice come il suo ruolo fosse solo di addetto alla sicurezza. Dario Stradaroli, 54 anni di Cesena (assistito dall'avvocato Giovanni Majo), ha sottolineato il suo ruolo di barista.

 

In aula anche Alex Belli, 34 anni, che ha spiegato di essersi trovato nel locale su richiesta dello zio gestore. Il forlivese Fabio Bertaccini, 47 anni, ha evidenziato il suo ruolo di Dj, mentre l'argentino Alejandro Felipe Colloca ha affermato il suo ruolo di cassiere a Milano Marittima. Quella di lunedì è stato l'ultima udienza testimoniale. La sentenza è fissata per il 7 giugno.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -