Cesena 'città degli aperitivi', una nuova idea per il centro storico

Cesena 'città degli aperitivi', una nuova idea per il centro storico

Cesena 'città degli aperitivi', una nuova idea per il centro storico

E' un dato di fatto che l'aperitivo sia uno dei momenti di incontro preferito dai giovani e non solo. L'idea di un gruppo di commercianti cesenati è quella di creare un appuntamento fisso ed organizzato proprio nel pre-cena, facendo diventare Cesena una sorta di 'città degli aperitivi'. Chiederanno un incontro con l'amministrazione, per sollecitare un aiuto sull'accesso al centro storico, con possibilità di bus gratuiti dai parcheggi Ippodromo e Montefiore e l'anticipo della sosta gratuita dalle 20 alle 18.

 

Questa idea, per rivitalizzare ulteriormente il centro della città malatestiana, secondo quanto riporta il Corriere Romagna, esula dal consorzio Cesena in Centro, in quanto per alcuni esercenti il pagamento della quota associativa in periodo di crisi diventa problematico. Si tratta di un'alleanza spontanea degli esercenti che riconoscono all'amministrazione comunale il merito delle iniziative messe in campo. E' il momento di  organizzare un primo incontro con il Sindaco per creare 'la città degli aperitivi'.

Commenti (5)

  • Avatar anonimo di urbo83
    urbo83

    Viva il mojito alternativo! W FLSC!

  • Avatar anonimo di R_I_C_K_
    R_I_C_K_

    MI TROVO PARZIALMENTE O QUASI D'ACCORDO CON BENNI...TOTALMENTE IN DISACCORDO CON SABRINA...MA IN OGNI CASO RICORDATE NEL 2006 L'INIZIATIVA CENTRO STORICO FORLI 3 CHIC? HA FUNZIONATO PERCHE SI POTEVA SCEGLIERE, FACENDO ACQUISTI NEI NEGOZI, TRA UN APERITIVO GRATIS, IL MUSEO S. DOMENICO E IL CINEMA...è SERVITA A RIVITALIZZARE IL CENTRO...SE ANZICHE SOLO L'APERITIVO SI FACESSE SCEGLIERE...

  • Avatar anonimo di benni
    benni

    Non ho niente contro gli aperitivi, anzi .. però non credo che si risolva la crisi economica continuando ad aprire bar e ristoranti ... La cultura del bere è un educazione, sono d'accordo con l'amico barista ma purtroppo vedo tanti giovani e persone che abusano dell'alcool (facendo il tradizionale giro dei locali) e non ho mai visto un esercente negare il consumo .. anche questa è educazione al consumo ... comunque dopo la città degli aperitivi passeremo alla città dei digestivi .. e poi ???

  • Avatar anonimo di Christianr
    Christianr

    Cara la sig.ra Sabrina da "giovane",gestore di bar e abitudinario degli aperitivi prima di passare dietro al banco le dico che la rovina dei giovani non è certo un aperitivo fatto con gli amici dopo una passeggiata in centro per farsi quattro chiacchiere davanti ad un buon bicchiere di vino, birra o analcolico..... Ma la rovina è la diseducazione al bere ovvero quel bere fatto male pensando "basta che sia alcool e va sempre bene"...da noi giovani e meno giovani vengono per rilassarsi, bere un bicchiere tranquillamente stuzzicando anche del cibo e sinceramente non ho mai visto nessuno alzarsi ubriaco o in stato alterato. Promuovere il saper bere bene come il saper mangiare bene e solo un aiuto che si cerca di dare ai giovani per evitare che si riducano ad abusare in maniera esagerata grazie ad una diseducazione data da persone come lei che pensano che chi entra in bar per bere una birra sia un alcolista o sprovveduto!! E smettiamola di pensare che chi ha un esercizio commerciale faccia soldi a palate....MAGARI!!!!!

  • Avatar anonimo di sabrina23
    sabrina23

    Bellissimo!!!!!Così i nostri giovani, che già bevono anche troppi alcolici, LI EDUCHIAMO A BERE, BERE E' BELLO, LA LORO CITTA' SARA' LA CITTA' DEGLI APERITIVI?!?!?! CON TUTTA LA LOTTA CHE SI STA FACENDO CONTRO L'ABUSO DI ALCOLICI?1?1? Vorrei che i commercianti che hanno fatto la proposta, anzichè 4 soldi, prendessero in considerazione anche il modello educativo che stanno proponendo ai giovani! Ma per favore!!!Ci siamo proprio BEVUTI il cervello!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -