Cesena, 'confezionava' fatture false per oltre 3 milioni. Imprenditore nei guai

Cesena, 'confezionava' fatture false per oltre 3 milioni. Imprenditore nei guai

Cesena, 'confezionava' fatture false per oltre 3 milioni. Imprenditore nei guai

CESENA - La Guardia di Finanza di Cesena ha scoperto una maxi evasione fiscale, di oltre 3 milioni di euro, perpetrata dal titolare di una ditta individuale cesenate che si occupa di montaggio, installazione, assemblaggio e manutenzione di strutture metalliche e di manufatti artigianali ed industriali. Una casa di lusso, con ogni comfort. E' stato semplice intuire, da parte dei militari, che sotto tali indici di benessere, in netta contrapposizione con la redditualità dichiarata dall'imprenditore romagnolo, si celava una manovra evasiva di notevoli proporzioni.

 

I finanzieri si sono presentati a casa dell'imprenditore per effettuare una verifica nei suoi confronti; al momento dell'intervento i militari constatavano palesemente che l'immobile presentava un arredo piuttosto lussuoso, vari acquari con innumerevoli pesci tropicali, una sauna ed addirittura una palestra privata munita dei più moderni macchinari per tenersi in forma.

 

Così, durante le investigazioni, sono state ritrovate innumerevoli fatture passive "sospette" che riportavano cifre di notevole entità. Dopo i primi tentativi da parte dell'impresario di giustificare tali operazioni, lo stesso ha deciso di confessare, facendo intervenire il proprio legale di fiducia durante la deposizione.

 

Quelle fatture che riportavano come emittenti i nominativi di imprese in parte già cessate, in realtà era lui stesso a produrle. Le realizzava ad hoc in casa propria, tramite l'utilizzo di un formulario "a ricalco" (di quelli che si trovano abitualmente in commercio), descrivendo di proprio pugno prestazioni di servizio che in realtà non erano mai state realizzate dai prestatori indicati quali mittenti negli stessi documenti. In pratica, utilizzava i nominativi dei fornitori senza che questi ne fossero a conoscenza. Chiaramente gli importi delle fatture false variavano a piacimento dell'evasore.

 

Il fenomeno evasivo, concretizzatosi allorquando l'imprenditore ha riportato nella propria dichiarazione dei redditi tutti i costi e l'imposta sul valore aggiunto falsamente sostenuti dalla sua impresa, è stato calcolato in oltre 3 milioni di euro e per un evasione di iva di oltre 650.000 euro.

 

L'imprenditore, oltre a ciò che il fisco gli contesterà, è stato denunciato per evasione fiscale alla locale procura della repubblica, la quale convalidando l'operato delle fiamme gialle ha autorizzato immediatamente i militari a procedere per le contestazioni fiscali ed amministrative.

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di franchina
    franchina

    secondo me basta aprire gli occhi e ne saltano fuori parecchi di questi tipi. il lusso salta agli occhi, molti dichiarano fallimento, lasciando a casa operai e continuano la loro vita nella loro bella casa, con il loro bel macchinone.... ma non diamo la colpa solo agli imprenditori: ci sono anche molti operai con uno stipendio "misero" che riescono a mantenere moglie, figli, casa, auto, vacanze e tutti i comfort possibili....ma come fanno? io non arrivo alla fine del mese! forse bisognerebbe controllare di più,in fondo chi è in regola non ha niente da temere.

  • Avatar anonimo di Starsivi
    Starsivi

    è stato denunciato... è un evasore... sicuramente non pagherà nessuna conseguenza come succede sempre... mentre ai dipendenti le tasse si alzano e alzano per colpa di tutta questa gente che ha sempre evaso ed evaso... che bella l'Italia!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -