Cesenatico, affittavano casa ''fantasma''. Individuati i responsabili

Cesenatico, affittavano casa ''fantasma''. Individuati i responsabili

Cesenatico, affittavano casa ''fantasma''. Individuati i responsabili

CESENATICO - Individuati dalla Polizia Municipale di Cesenatico gli autori della truffa della "casa fantasma". Si tratta del 42enne torinese Jean Pierre La Prova, e della complice, la croata Sanela Begic, 36 anni. Entrambi sono ancora latitanti. L'uomo è ricercato dalle Procure di mezza Italia per esser un noto truffatore. La scorsa estate la coppia era riuscita a racimolare circa 25mila euro proponendo agli ignari turisti di trascorrere le vacanze a Cesenatico in una villetta in via Verdi.

 

Ma l'immobile non esiste. Sono stati in molti a credere all'abile truffatore, che si spacciava come un albergatore di Bellaria. L'annuncio su internet specializzato, estraneo alla vicenda, era di quelli appetitosi. Per soli 500 euro a settimana era possibile prendere in affitto una villetta a pochi passi dal mare a Cesenatico. In molti si sono messi in contatti con il 42enne, versando poi su una carta Postepay una caparra tra 300 e 500 euro.

 

Tra questi c'è anche un ferrarese di 62 anni, ma residente a Bologna, che aveva denunciato la truffa alla Polizia. Dopo aver versato la caparra da 600 euro, l'uomo aveva deciso di fare un giro a Cesenatico per "sopralluogo" prima della partenza. Ma presto masticò un boccone amaro. La villetta non esisteva. Non solo: scoprì da residenti che, come lui, anche altri avevano preso in affitto lo stesso immobile.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -