Cesenatico, alla Nove Colli Chechi, Rossi, Sensini, Baldini e Zorzi

Cesenatico, alla Nove Colli Chechi, Rossi, Sensini, Baldini e Zorzi

Cesenatico, alla Nove Colli Chechi, Rossi, Sensini, Baldini e Zorzi

CESENATICO - Protagonisti d'eccellenza per la 41esima edizione della Granfondo Nove Colli. Sulla linea di partenza, domenica 22 maggio, ci saranno ciclisti molto speciali. Saranno quelli del Nissan Team, non ciclisti "qualunque", ma con un palmares davvero d'eccellenza, malgrado non sia stato ottenuto in sella ad una bicicletta. Si tratta di Jury Chechi, il "Signore degli anelli", Antonio Rossi, canottiere, Stefano Baldini, maratoneta, Alessandra Sensini, campionessa di windsurf e Cristian Zorzi, per quanto riguarda lo sci di fondo.

 

 

Cinque campioni olimpionici che si alzeranno sui pedali e partiranno alla volta dei mitici Nove Colli. Sotto le insegne del Nissan Team, saranno ripresi dalle telecamere Sky per il programma "Nissan The Quest", trasmissione che racconta attraverso i protagonisti, ossia i cinque intrepidi campioni, l'esperienza della Nove Colli. "L'idea del Nissan Team - spiega il capitano della squadra, Jury Chechi - nasce da me e da Antonio Rossi: siamo entrambi appassionati di sport in genere e di ciclismo. Con il coinvolgimento della Nissan, nostro sponsor col quale collaboriamo da anni, abbiamo proposto questo tipo di progetto giunto al secondo anno, ossia raccontare come degli atleti di tutt'altro sport e che hanno terminato la loro attività, si ripropongano e si sfidino in un'altra disciplina. C'è agonismo più che con gli altri, con se stessi, ma c'è soprattutto la voglia di divertirsi. Ci si rimette in gioco attraverso un altro sport che non è quello che ci ha visto vincere le Olimpiadi. Noi diciamo sempre che se Nissan è leader nelle auto crossover, ossia quelle che vanno su tutti i terreni, noi proviamo a confermare che anche l'uomo può essere un po' crossover."

 

"Abbiamo iniziato l'anno scorso - continua Chechi - partecipando a tre competizioni, tra le quali la Maratona delle Dolomiti e LaPinarello. Quest'anno volevamo fare le più importanti e non poteva mancare la regina, ossia la Nove Colli, tant'è che è stata messa in calendario per prima. Condividiamo lo spirito di queste granfondo, con la nascita della Five Stars League, l'idea di promuovere lo sport pulito, la riscoperta del rispetto per la gara stessa e non la ricerca del risultato a tutti i costi: è una linea che noi stessi vogliamo promuovere attraverso questa partecipazione e motivo stesso della nostra iscrizione alla Nove Colli."

 

Jury Chechi, dunque in veste di capitano, svela con la sua solita simpatia, cosa si vedrà in gara - già scelto il percorso corto da 130 km - e come se la "cavano" i suoi colleghi sui pedali: "Antonio Rossi non accetta l'idea dover star dietro, l'anno scorso era lui il capitano e gli brucia dovermi stare a ruota. Alessandra è un vero mastino, una che non molla mai. Stefano dopo le imprese che ha compiuto non ha di certo problemi a pedalare. Cristian è davvero il più forte: credo che se facesse la granfondo seriamente, arriverebbe di certo tra i primi. Anch'io però non me la cavo male: alla Maratona sono arrivato tra i primi 200."

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -