Cesenatico: bando per le imbarcazioni storiche che possono ormeggiare nel Porto Canale

Cesenatico: bando per le imbarcazioni storiche che possono ormeggiare nel Porto Canale

CESENATICO - Il Comune di Cesenatico ha aperto un bando per la disciplina degli ormeggi nel Porto Canale leonardesco e per un migliore gestione degli spazi da essi occupati. Essendo questo un sito di particolare pregio artistico e architettonico, tale bando definisce i criteri per la formazione di una graduatoria delle imbarcazioni ammesse a sostare in questo spazio acqueo, legati strettamente al carattere storico e tradizionale delle imbarcazioni stesse.

 

"Il Porto Canale è oggetto di una continua azione di salvaguardia e valorizzazione da parte dell'Amministrazione Comunale - sottolinea il sindaco Nivardo Panzavolta - Il suo valore monumentale e paesaggistico supera di gran lunga la sua mera funzione di spazio per l'ormeggio delle barche, per questo è nostra intenzione incentivare la presenza di imbarcazioni di particolare pregio storico ed estetico, che siano un valore aggiunto per l'attrattività di questa zona".

 

Sono ammesse al bando esclusivamente le barche in legno con costruzione tradizionale e appartenenti alle tipologie tradizionali del medio e alto Adriatico, e cioè: lance, lancioni, trabaccoli, bragozzi, topi, battane, brazzere, passere, paranze, con esclusione di quelle specifiche della laguna veneta. Le barche devono possedere attrezzatura velica completa, le dotazioni di sicurezza prescritte, ed essere in condizioni di navigare a vela.

I criteri per l'attribuzione di punteggio prenderanno in considerazione caratteristiche come l'anno di costruzione della barca, la qualità complessiva dell'imbarcazione e dell'intervento di restauro o riproduzione (acquisiscono un maggiore punteggio quelle imbarcazioni restaurate nel rispetto delle caratteristiche originarie dell'esemplare). Inoltre costituiscono caratteristiche per acquisire un maggiore punteggio la tipologia dello scafo, lo stato di manutenzione dell'imbarcazione e la presenza di un'ampia documentazione anche fotografica riferita alla storia della barca. Infine, verrà dato maggiore punteggio alle imbarcazioni di proprietà di cittadini residenti a Cesenatico.

 

La domanda di autorizzazione all'ormeggio, corredata da una descrizione completa dell'imbarcazione e da tutta la documentazione che si ritiene di presentare dovrà essere presentata all'ufficio protocollo del Comune di Cesenatico entro e non oltre il 6 aprile 2010. La graduatoria finale sarà pubblicata a partire dalla mattinata di sabato 10 aprile.

 

Per tutti gli interessati, venerdì 19 marzo alle ore 17 presso la Sala Convegni del Museo della Marineria è fissata una riunione preliminare per illustrare i termini di partecipazione al bando.

 

Disciplina degli ormeggi e durata dell'autorizzazione

Le imbarcazioni storiche ammesse ad ormeggiare nel Porto Canale dovranno sostare con sistemazione "all'inglese" e in doppia fila; vengono riservati alle imbarcazioni del Museo della Marineria tre posti barca. L'ormeggio deve essere effettuato alle bitte e anelli esistenti, con esclusione di utilizzo di corpi morti e di installazione di nuovi ancoraggi in banchina. L'autorizzazione ha una durata di 4 anni, con scadenza il 31/12/2013, e non è trasferibile ad altro scafo. La tariffa dovuta da ogni imbarcazione è di 300 euro annui e servirà a coprire le spese sostenute dal Comune per la gestione delle procedure e per gli interventi di miglioria.

 

Inoltre, al fine di contribuire alla valorizzazione dello spazio storico-monumentale del Porto Canale leonardesco, le barche autorizzate all'ormeggio dovranno garantire l'alzata delle vele almeno per 30 giorni nell'arco dell'anno, e la partecipazione alle principali manifestazioni di barche storiche organizzate a Cesenatico.

 

Per informazioni: Servizio Demanio Comune di Cesenatico (dott.ssa Lugnani Nicoletta tel. 0547 79307) - Museo della Marineria (dott. Davide Gnola, tel.0547 79205).

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -