Cesenatico, bilancio comunale. Il PD: "tagli inaccettabili del governo"

Cesenatico, bilancio comunale. Il PD: "tagli inaccettabili del governo"

Il Partito Democratico di Cesenatico intende porre all'attenzione della cittadinanza le motivazioni che hanno portato al rinvio dell'approvazione del bilancio comunale prevista per il 22 dicembre prossimo.

Partiamo dai fatti concreti, lo scorso 30 novembre è stato presentato in consiglio comunale il bilancio di previsione 2011, preparato sulla base dell'ultima legge finanziaria estiva che prevedeva un taglio di oltre 450.000 euro al bilancio comunale.

 

Nonostante l'entità del taglio, l'amministrazione comunale ha condotto alcune scelte politiche ben precise, scegliendo di non tagliare i servizi alla persona e mantenendo tutti i servizi a domanda individuale (casa di riposo, mense scolastiche, trasporti, centro diurno, asili nido ecc) senza costi aggiuntivi per i cittadini.

 

Inoltre mentre il Governo tagliava pesantemente la scuola pubblica e la spesa socio sanitaria, l'amministrazione comunale ha invece deciso di investire maggiori risorse in settori che in momenti di crisi incidono notevolmente sulle spese di un bilancio famigliare: + 40.000 euro per il sostegno all'handicap nelle scuole e + 50.000 nei servizi sociali solo per fare due esempi.

Solo pochi giorni fa, il 15 dicembre, è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale il decreto che stabilisce un ulteriore taglio per il Comune di Cesenatico di 250.000 euro.

A questo punto un'amministrazione può scegliere di far quadrare il bilancio tagliando sui servizi e magari giustificandosi con il fatto che sono imposti da Roma, oppure scegliere di mantenere l'impostazione presentata nel consiglio comunale del 30 novembre, perseguendo l'obiettivo di garantire la tutela dei cittadini e mantenendo la qualità dei servizi alla persona, convinti che il benessere di ogni singolo cittadino venga prima di ogni altra cosa.

 

Come Partito Democratico riteniamo che il mantenimento di queste prerogative fondamentali per il benessere e la coesione sociale della nostra città, visti i cambiamenti legislativi avvenuti in corsa e vista la mancanza di una normativa ben definita, obblighi a rinviare l'approvazione del bilancio nell'interesse pubblico.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -