Cesenatico, blitz anti-prostituzione davanti a centinaia di clienti: sequestrato il Cicala

Cesenatico, blitz anti-prostituzione davanti a centinaia di clienti: sequestrato il Cicala

Cesenatico, blitz anti-prostituzione davanti a centinaia di clienti: sequestrato il Cicala

CESENATICO - Un maxi-blitz della polizia, arrivata in forza poco dopo l'orario di apertura, davanti ad alcune centinaia di persone tra clienti in attesa all'esterno, intrattenitrici e clienti già presenti dentro. E' la retata in stile americano che ha portato venerdì sera al sequestro del night club Cicala di viale Carducci, a Cesenatico, e all'arresto di tre persone accusate a vario titolo di reti connessi con la prostituzione e l'immigrazione clandestina. Si completa così un'indagine partita un anno e mezzo fa.

 

Tutto è partito da una segnalazione dell'ambasciata italiana in Ucraina a cui era stato sottoposta una richiesta di permesso di soggiorno in Italia per tre giovani ucraine, da impiegare come cameriere in un albergo di Cesenatico, nonostante fosse la fine della stagione turistica, ma poi subito licenziate, una volta giunte in Italia, e impiegate nel night club. Alcuni mesi fa gli uomini della squadra mobile della questura di Forlì ne aveva trovata una "mezza discinta" nel privée del night club, invece che indaffarata a rifare letti e pulire camere di albergo.

 

Questo ha messo la pulce nell'orecchio dei poliziotti che sono partiti con un'indagine più approfondita, ricostruendo in questo modo un ingegnoso sistema di prostituzione. Alcune ragazze, volontariamente, oltre alle toccate e sfregamenti vari all'interno del locale (al costo di una consumazione con prezzo maggiorato), infatti, erano disponibili per incontri sessuali all'esterno. Prostituzione vera e propria, secondo gli inquirenti, gestita però dall'interno del night, sebbene le giovani straniere non uscissero dal locale col cliente con destinazione un albergo compiacente. La parola in codice era "Sono in serata": e con questo le giovani erano esonerate dal servizio "in sala" o al palo della lap dance (in quanto impiegate in altri "compiti"). Tuttavia, per questa serata di libertà, sempre secondo le ricostruzioni della polizia, ai gestori del locale andava una percentuale calcolata sulla durata dell'incontro con il cliente.

 

Con sei parti offese identificate, tutte giovani straniere, sono così partiti gli arresti ordinati dal gip Giovanni Trerè, richiesti dal pm Marilù Gattelli, e il sequestro del Cicala. In carcere è finito Alfredo Leardini, 64 anni, riminese con doppia cittadinanza sammarinese, titolare del Cicala, con le accusa di sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione; il suo tuttofare Maurizio Golfarelli, 60 anni, forlivese domiciliato a Rimini, per le stesso reato  (agli arresti domiciliari); ed infine Alessandro Minotti, 60 anni, cesenate residente a Cesenatico, titolare dell'albergo che aveva svolto la pratica per il permesso di soggiorno in Ucraina per le tre intrattenitrici, per sfruttamento dell'immigrazione clandestina ai fini sessuali (anche lui ai domiciliari). Per tutti e tre, infine, pende l'accusa di sfruttamento e favoreggiamento dell'immigrazione clandestina.

 

A piede libero, infine, è stata denunciata una quarta persona, cliente e collaboratore dei tre soggetti arrestati, che si era invaghito di una delle prostitute, a cui da tempo pagava il soggiorno in albergo, in cambio di prestazioni sessuali periodiche. Completata nei primi mesi del 2011 la ricostruzione del presunto giro di prostituzione, e ottenuta la firma del gip per gli ordini di arresto, è scattato venerdì sera il blitz, con lampeggianti della polizia in mezzo ad una folta schiera di clienti ed un fuggi fuggi delle prostitute. Ora il locale è chiuso e sotto sequestro.

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Lanzo
    Lanzo

    Ma perchè non legalizziamo la prostituzione? Quanto problemi risolveremmo in questo modo? Tanti!....ma la forza della Chiesa è ancora troppo forte in questo paese e il bigottismo di molti adepti ancora di più!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -