Cesenatico, campagna anti-droga "la miglior droga è la vita"

Cesenatico, campagna anti-droga "la miglior droga è la vita"

CESENATICO - L'abuso di alcol e l'uso di droghe, leggere o pesanti, sono problemi di primo piano sia nella cronaca che in medicina e, soprattutto, sono due problematiche che coinvolgono sempre più spesso il mondo dei giovani   e dei giovanissimi. Per contrastare questo fenomeno ed avviare azioni di sensibilizzazione e prevenzione, il Comune di Cesenatico ha dato vita al progetto "La migliore droga è la vita, non buttarla!", sostenuto dalla Regione Emilia Romagna con un contributo di 100 mila euro (32.480 euro per spese correnti e di € 73.600 per spese di investimento per la realizzazione specifica delle varie azioni di sensibilizzazione e prevenzione).

 

 Presentato a luglio 2009, il progetto sarà avviato ufficialmente entro il 31 marzo 2010, per una durata di 24 mesi. E'dimostrato che l'alcol e la droga rappresentano un problema legato a molteplici aspetti della sicurezza, a partire da quella sulle strade. Nel 2008 a Cesenatico, degli incidenti stradali rilevati dalla Polizia Municipale (oltre i 2/3 del totale), il 4,5% sono stati causati dall'assunzione di alcol e stupefacenti. La necessità di prestare la massima attenzione al fenomeno dell'abuso di alcol e droghe è confermata anche dai dati messi a disposizioni dal Dipartimento Salute Mentale - Sert-T. dell'AUSL di Cesena, a seguito della campagna "Notti Sicure" a cui a ha aderito anche il Comune di Cesenatico.

 

Nel 2008 l'iniziativa ha coinvolto un migliaio di ragazzi (945) che si sono sottoposti volontariamente ai controlli con etilometri durante manifestazioni e feste o all'uscita dai locali: quasi la metà (48%) delle persone interessate è risultata positiva ai valori vietati per i conducenti dei veicoli.

 

A fronte di un fenomeno in costante ascesa, l'impegno del Comune di Cesenatico sarà dunque volto a individuare alcuni progetti di formazione, sensibilizzazione e recupero, da portare avanti in collaborazione con il Ser.T., volti a diffondere fra gli utenti la consapevolezza dei rischi che comportano l'abuso di alcol e l'uso di droghe e a contrastare anche una serie di violenze di genere che possono essere commesse sotto gli effetti disinibenti di queste sostanze.

 

E' infatti dimostrato che l'abuso di queste sostanze è anche causa di tante aggressioni fisiche   e morali a danno delle donne e/o dei minori, fra le mura domestiche e negli spazi pubblici. Fenomeno in larga parte sommerso, ma non per questo sconosciuto, che si può affrontare offrendo protezione e aiuto alle persone oggetto di violenza e con progetti di formazione, sensibilizzazione e recupero.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -