Cesenatico: ciclismo, ritorna il GiroBio

Cesenatico: ciclismo, ritorna il GiroBio

CESENATICO - Cesenatico nel 2010 ospita la sesta tappa del Girobio, la corsa riservata ai ciclisti dilettanti under 27. Per il secondo anno consecutivo, la città della Nove Colli aggiunge al già ricco calendario di manifestazioni ciclistiche un altro prestigioso appuntamento, come una tappa di quello che fino a pochi anni fa era conosciuto come il Giro d'Italia dilettanti.

 

Il Girobio prenderà il via l'11 giugno a Cairo Montenotte in provincia di Savona e il 17 giugno si disputerà la Castelfranco Emilia-Cesenatico di 150 chilometri , una tappa in pianura ideale per chi ha la velocità nelle gambe.

 

Il Girobio è stato presentato nella località toscana di Gaiole in Chianti, dove sono intervenuti anche il sindaco di Cesenatico Nivardo Panzavolta e il dirigente comunale allo Sport Agostino Buratti.

Oltre all'aspetto squisitamente sportivo, il Girobio porterà a Cesenatico un messaggio importante attraverso una campagna di prevenzione e contrasto del doping. Inoltre i corridori conducono una vita diversa dai professionisti: soggiornano nello stesso albergo, si muovono assieme in pullman per i trasferimenti, lo staff medico è formato da specialisti di tre Università, le serate si trascorrono con iniziative culturali, l'intera carovana ricicla tutti i rifiuti. L'aspetto più interessante è la presenza di un responsabile sanitario al quale i medici sportivi di tutte le squadre consegnano i farmaci che gli atleti utilizzano. Lo stesso responsabile sanitario controlla anche la distribuzione e l'uso degli integratori, con potere di veto su tutto. Il messaggio è chiaro: qui si corre pulito.

 

Il sindaco Panzavolta è intervenuto proprio su questo aspetto: "Il Girobio è una iniziativa molto importante e Cesenatico, frequentata da tanti ciclisti, vuole essere vicina ai giovani atleti. L'esperienza del 2009 è stata positiva e noi vi aderiamo con entusiasmo, per proseguire e consolidare il connubio fra Cesenatico e la bicicletta, nelle sue varie espressioni".

 

Nell'area esterna della colonia Agip di Cesenatico, saranno presenti i medici dei Servizi di Medicina dello sport della Regione e del Centro regionale antidoping, per fornire consigli utili per la pratica sportiva e le indicazioni alimentari appropriate.

 

Molti ragazzi se conoscessero gli effetti negativi sul fisico, conseguenti all'uso di doping, sicuramente non si drogherebbero per vincere una gara, in quanto le pratiche dopanti causano seri problemi di salute, penalizzano l'attività sessuale e accorciano la lunghezza della vita.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -