Cesenatico: “Città delle Colonie”, definito il progetto di riqualificazione

Cesenatico: “Città delle Colonie”, definito il progetto di riqualificazione

CESENATICO - Sono stati individuati martedì 20 maggio, con una delibera della Giunta Comunale l'ambito di intervento e gli obiettivi del programma di riqualificazione urbana della cosiddetta "Città delle Colonie", situata nel quartiere di Ponente.

 

Il programma di riqualificazione verrà attuato tramite la costituzione di una Società di Trasformazione Urbana, come già previsto dal Comune con una delibera di Giunta del 9 marzo 2007.

 

"Con questa prima tappa- dichiara il sindaco Nivardo Panzavolta- prende avvio un nuovo intervento di riqualificazione urbana, caratterizzato da una forte identità di tipo paesaggistico, ambientale e turistico volto ad offrire una nuova immagine della città di Cesenatico".

La parte di territorio a Nord di Cesenatico, più comunemente chiamata Zona Colonie- Ponente, rappresenta un'area di grande valore urbanistico- ambientale. Essa, tuttavia, è costituita da edifici un tempo destinati a colonie marine ed attualmente soggetti ad una condizione di forte degrado edilizio, ambientale e sociale.

 

In particolare, tutta la zona chiamata  "Città delle Colonie" è caratterizzata da aree libere deteriorate, commistione fra percorsi carrabili, ciclabili e pedonali e da un tessuto di insediamento disomogeneo e frammentato.

 

Da qui, l'idea di un progetto di riqualificazione finalizzato alla creazione di un Polo Turistico dalla spiccata identità paesaggistica che, attraverso il potenziamento di strutture e servizi turistici e la riqualificazione delle condizioni ambientali ed infrastrutturali, possa configurarsi come futuro asse per lo sviluppo economico della città, e diventare un nuovo strumento di competitività rispetto alle numerose offerte della costa.

 

Il nuovo Polo sarà costituito dal sistema delle colonie marine e da diverse aree con funzioni specifiche, quali il parco di Atlantica, il parco di Ponente, il Camping, il Centro Sportivo ed il cimitero urbano.

 

L'Ambito di intervento, nella sua perimetrazione, è racchiuso all'interno del quadrato formato dalla località di Zadina, dalla ferrovia, dal mare e dalla via Cavour. L'area interessata si estende per circa 1.304.131 metri quadri, all'interno della quale trovano spazio 38 colonie, per un totale di 443.000 metri quadri. Di queste, 24 vengono utilizzate come colonie estive, mentre 14 risultano nella maggior parte dei casi in condizioni di totale decadimento ed abbandono. Per tre di esse è prevista la demolizione, per un volume pari a circa 21.240 metri quadri.

 

Potenziamento in programma anche per quanto riguarda le aree con funzioni di tipo specialistico. Il parco di Ponente, il Camping ed il Centro sportivo saranno soggetti ad un programma di riqualificazione e consolidamento delle strutture per una migliore integrazione con il contesto urbano complessivo. Differente, invece, il caso di Atlantica, per cui è prevista la demolizione delle strutture esistenti, in vista di una nuova e significativa capacità edificatoria.

 

Il sistema della mobilità sarà interamente rivisto alla luce della realizzazione di un polo turistico ad alta vocazione ambientale. Sarà dunque privilegiata la mobilità sostenibile con una linea di mezzi pubblici di tipo elettrico e previste zone pedonali, piste ciclabili e parcheggi auto.

Il programma, inoltre, si propone di migliorare le condizioni urbane, economiche e sociali della zona di Ponente situata fra l'ambito ed il centro storico. Per questo, saranno attuate soluzioni urbanistiche in grado di valorizzare al massimo l'arenile, la pineta ed il canale, considerati le tre principali peculiarità del territorio.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il tutto sarà attuato attraverso un rapporto di sinergia tra le risorse comunali ed i privati interessati all'area, che saranno coinvolti non appena terminata la fase elaborativa del programma.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -