CESENATICO - Completata la ristrutturazione dell'ospedale 'Marconi'

CESENATICO - Completata la ristrutturazione dell'ospedale 'Marconi'

CESENATICO - Si completano, con la ristrutturazione dell’atrio di ingresso e dei locali al piano terra, i lavori di ammodernamento del “Marconi” di Cesenatico, struttura ospedaliera a cui fanno riferimento, oltre ai cittadini di Cesenatico, anche i turisti che ogni estate frequentano le spiagge romagnole. Dopo gli ultimi interventi di ristrutturazione il “Marconi”, realizzato all’inizio degli anni ’70, si candida ora a rivestire il ruolo di moderno ed efficiente ospedale della costa, come testimoniano il numero dei ricoveri (1.252 nel 2005) e gli accessi al Pronto Soccorso (oltre 17.500 sempre nel 2005). I lavori, avviati nel 2004 con un articolato piano di ampliamento, ristrutturazione, messa in sicurezza ed ammodernamento per una spesa complessiva di 3 milioni e 620 mila euro, stanno terminando in questi giorni con gli ultimi ritocchi al nuovo atrio. L’inaugurazione dell’atrio e del ristrutturato blocco operatorio della Day Surgery è prevista per lunedì 4 dicembre alle ore 10.

Il taglio del nastro avrà luogo nel nuovo atrio dell’Ospedale alla presenza del Direttore Generale dell’Azienda USL di Cesena Maria Basenghi, del Sindaco del Comune di Cesenatico Nivardo Panzavolta, del Presidente della Conferenza Territoriale Sanitaria e Sociale Giordano Conti nonché dell’Assessore alle Politiche per la Salute della Regione Emilia Romagna Giovanni Bissoni.


Potenziato per far fronte alle rinnovate esigenze di sanità del territorio, il “Marconi” ha visto dallo scorso mese di maggio il ripristino dell’attività chirurgica di Day Surgery (per oltre 20 mesi trasferita al “Bufalini” per consentire i lavori di completa ristrutturazione del comparto operatorio) con la prospettiva di aumentare da 3 a 5 le sedute operatorie settimanali estendendole eventualmente alle discipline di ortopedia ed urologia. Per quanto riguarda l’attività ambulatoriale, l’anno in corso ha visto il potenziamento e l’ampliamento dell’offerta per le specialità di urologia, chirurgia vascolare, cardiologia, oculistica, dermatologia e, per quanto riguarda la Radiologia, l’apertura quotidiana dell’ambulatorio di ecografia e la connessione alla rete del sistema RIS-PACS per la trasmissione delle immagini radiologiche. A ciò va aggiunto l’ulteriore sviluppo della vocazione riabilitativa con l’attivazione di posti letto di riabilitazione cardiologia all’interno della degenza di Medicina Cardiovascolare. Queste rinnovate attività si aggiungono a quelle dei reparti di degenza già operanti (Medicina Interna-Lungodegenza, Medicina Cardiovascolare, Medicina Riabilitativa, Day Surgery), pure potenziati e rinnovati nelle strutture e negli arredi per complessivi 62 posti letto, e della Sezione di Emodialisi dell’Unità Operativa di Nefrologia.


I Lavori

Interventi al piano terra e nuovo atrio

L’atrio è stato ammodernato e reso più accogliente anche attraverso la realizzazione di una nuova “bussola” di ingresso e di una pensilina.

Il blocco ascensori è stato reso meglio visibile dall’ingresso ed è stato rinnovato con un’ampia vetrata anche l’infisso interno posto presso l’ascensore.

Sempre nel nuovo atrio è stata realizzata l’area di accoglienza degli utenti (Punto Informativo, Sportello Unico, Cassa e CUP). Gli interventi hanno interessato anche la Sala Convegni (nuovi infissi esterni, impianto di condizionamento, realizzazione delle uscite di sicurezza), la zona bar e l’area dei Poliambulatori.



Il blocco operatorio

Particolare rilevanza riveste l’ammodernamento del blocco operatorio, dedicato all’attività di Day Surgery, ubicato al secondo piano nell’ala nord del complesso ospedaliero. In particolare, detto blocco è stato adeguato alle normative vigenti in materia di accreditamento allo scopo di tutelare la sicurezza dei pazienti e degli operatori, e garantire riservatezza e protezione per il paziente. L’accesso dei degenti avviene ora, tramite la stanza di “preparazione e risveglio”, direttamente dal reparto di Day Surgery, mentre chirurghi e infermieri accedono attraverso un percorso filtro dedicato.


Gli altri interventi della ristrutturazione

Si sottolinea che il progetto di ristrutturazione ha interessato anche l’Unità Operativa di Medicina Interna dell’Ospedale, inaugurata nel novembre 2005, il cui nuovo assetto prevede una dotazione di 20 posti letto di degenza ordinaria (14 per acuti e 6 di Lungodegenza) e di 1 di Day-Hospital. La degenza dispone di 10 camere, tutte con bagno, di cui 8 a due letti, 1 a tre letti ed 1 singola.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul fronte della sicurezza l’intervento ha riguardato anche la realizzazione di scale esterne sulle testate est ed ovest del fabbricato principale, per consentire l’evacuazione dai piani terzo, secondo, primo e terra; un’altra scala è dedicata alla sicurezza della Sala Convegni posta al primo piano e, infine, una ulteriore sarà posta sul fronte ovest del corpo di fabbrica ad “Y” per consentire l’evacuazione dai piani primo e interrato.



Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -