Cesenatico, Comune e sindacati insieme contro la crisi

Cesenatico, Comune e sindacati insieme contro la crisi

Cesenatico, Comune e sindacati insieme contro la crisi-2

Di fronte ad una manovra del Governo che ha imposto forti tagli ai trasferimenti di risorse agli Enti Locali, l'Amministrazione Comunale di Cesenatico e le Organizzazioni Sindacali Cgil, Cisl e Uil hanno firmato un'intesa dove si impegnano ad adottare misure anticrisi per di salvaguardare il Welfare e tutelare in particolare l'assetto dei servizi erogati dal Comune. Gli ultimi tagli sui trasferimenti decisi con la manovra economica prevedono che nel 2011 al Comune di Cesenatico verranno meno risorse pari a 440.000 euro, a cui vanno aggiunti gli effetti delle nuove regole sul Patto di Stabilità.

 

Al taglio sui trasferimenti agli enti locali, si aggiunge poi quello per la Regione Emilia Romagna di 341 milioni di euro nel 2011, e 390 milioni di euro nel 2012, oltre ai tagli che saranno applicati ai singoli Ministeri (scuola, sanità, trasporti), che a loro volta nel 2011 riceveranno circa un 10% in meno rispetto al 2010.

Un quadro del genere mette seriamente a rischio i servizi, imponendo tagli di risorse umane ed economiche alla scuola pubblica e cancellando di fatto la possibilità di promuovere politiche di sviluppo.

 

Al fine di definire una concertazione sulle linee ed i contenuti del bilancio di previsione 2011 del Comune di Cesenatico e per una definizione di linee strategiche in campo sociale da programmare nel periodo 2011-2012, Comune e sindacati scendono dunque in campo insieme per definire delle linee d'azione comune volte principalmente a salvaguardare il  sistema dei servizi sociali e socio sanitari, dando continuità alle politiche perseguite in questi anni nell'azione di rafforzamento del sistema di Welfare locale. Attenzione particolare verrà data inoltre ai nuclei famigliari, promuovendo misure di sostegno del reddito delle famiglie meno abbienti e promuovendo iniziative per contenere l'effetto drammatico dell'aumento del costo della vita, intervenendo, per quanto di competenza, sul livello di imposizione e sulle tariffe locali. Fronte comune anche sulla lotta all'evasione fiscale dei tributi locali, che rappresenta una priorità sulla quale sviluppare l'azione dell'Amministrazione Comunale.

 

"Pur in un periodo gravi difficoltà finanziarie per gli enti locali, tutti gli impegni del Comune in ambito sociale per l'anno 2011 rimangono confermati, e non solo - dichiara l'assessore ai Servizi Sociali, Irma Rossi - Il Comune rilancia e mette in campo per il prossimo anno ulteriori 53.500 euro che andranno a incrementare i fondi a sostegno dell'affitto, delle utenze domestiche e delle rette sociali e dei trasporti assistenziali".

 

"Sono diventate gravi, ormai insostenibili le difficoltà finanziarie per i Comuni - dichiara il sindaco Nivardo Panzavolta - I tagli ci impongono di ridimensionare i servizi, mentre da parte nostra siamo sempre più chiamati a dare risposte ai problemi delle famiglie e di chi rimane senza lavoro. Lo scopo di questo tavolo di concertazione è quello di promuovere misure strategiche volte ad assicurare il più possibile risposte adeguate ai bisogni primari come la casa, il lavoro e il sostentamento quotidiano. Un'emergenza che va affrontata non solo a livello nazionale, ma anche attraverso interventi sulle tariffe locali. Da parte nostra, Comune e sindacati, ci impegniamo ad incontraci prima dell'approvazione del rendiconto della gestione dell'anno precedente, di norma entro il mese di maggio, ed una seconda volta entro il mese di ottobre prima della definizione delle proposte di assestamento di bilancio, allo scopo di confrontarci sull'andamento della gestione  e verificare se esistano le condizioni per concordare termini e finalità di eventuali variazioni al bilancio e predisporre il dialogo sulle linee e finalità del bilancio di previsione per l'anno successivo".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -