Cesenatico, dal 6 dicembre lo spettacolo del Presepe Galleggiante

Cesenatico, dal 6 dicembre lo spettacolo del Presepe Galleggiante

Cesenatico, dal 6 dicembre lo spettacolo del Presepe Galleggiante

CESENATICO - Cesenatico allestisce un Presepe che è unico al mondo: non ci sono grotte o capanne con i sentieri coperti di muschio, le cime innevate e le pecorelle al pascolo a fare da sfondo alla Natività, bensì Bragozzi, Battane, Lance, Trabaccoli Paranze e Barchét, le antiche e coloratissime imbarcazioni dell'alto e medio Adriatico. E' il 'Presepe Galleggiante', unico nel suo genere nella romantica cornice del porto canale leonardesco di Cesenatico.

 

Le antiche imbarcazioni del Museo della Marineria ospitano la Sacra Famiglia, i Re Magi, arrivati per offrire doni non con cammelli od altri animali, ma su una barca, e tutti gli altri personaggi del presepe. Qui, accolto da tre delfini che fuoriescono dall'acqua, la notte di Natale, nascerà il Bambino.

 

Il Presepe, iniziato nel 1986, giunto oggi alla 24° edizione, è opera degli artisti Maurizio Bertoni e Mino Savadori su progetto di Tinin Mantegazza e da un'idea di Guerrino Gardini. Dopo aver creato la Natività, anno dopo anno si sono aggiunte tante altre statue (ad oggi sono in tutto 47) che rappresentano personaggi e "scorci" di vita della marineria locale: il marinaio inginocchiato nell'atto di offrire pesci, i timonieri, San Giacomo Apostolo patrono della città, il burattinaio con il suo teatrino, i pescatori, la piadinara, il suonatore di fisarmonica, gli angeli. I volti, le mani, i piedi e tutte le parti esposte delle statue sono scolpiti in legno di cirmolo. Gli abiti sono realizzati in tela e i voluminosi drappeggi (modellati su un'intricata rete di metallo), sono ottenuti grazie ad uno strato di cera pennellata a caldo. I colori sono quelli con cui venivano tinte le vele delle imbarcazioni e la cera è quella che serviva per ammorbidire il sartiame. Il risultato è di grande effetto ed è reso ancora più suggestivo dalle luci che avvolgono le imbarcazioni.

 

Le figure sono state pensate sin dall'inizio come elementi di una rappresentazione teatrale, figure senza tempo illuminate dalle luci che danno loro la vita. Ed è proprio al calare della sera che il Presepe diventa uno spettacolo, come quando a teatro si spengono le luci in platea e si apre il sipario.

 

L'inaugurazione del Presepe della Marineria, con l'accensione delle luminarie che rivestono tutte le barche della marineria, avrà luogo domenica 6 dicembre alle ore 17,30 e sarà preceduta dal musical "Un vagito nella notte" diretto da Carlo Tedeschi. Il Presepe è stato realizzato con il patrocinio del Comune di Cesenatico e la collaborazione di Gesturist Spa.

 

Da vedere anche il Presepe delle Conserve (dal 13 dicembre 2009 al 6 gennaio 2010), più tradizionale e collocato nella suggestiva piazzetta dove si possono ammirare le antiche Conserve (o ghiacciaie) che, riempite con ghiaccio o neve, avevano la funzione di conservare il pesce. Presso le sale espositive della sezione a terra del Museo della Marineria, dal 6 dicembre al 10 gennaio, verrà allestita la mostra sulla cartografia dell'Adriatico "Lo specchio del mare. Carte dell'Adriatico dal XVI al XIX secolo". Nei giorni festivi di dicembre e gennaio, in occasione del Presepe della Marineria le Poste Italiane predispongono uno speciale annullo filatelico.

 

Per tutto il periodo natalizio, tutte le domeniche di dicembre fino al 6 gennaio, il Porto canale e centro storico ospitano il tradizionale mercatino di Natale. Il 31 dicembre appuntamento da non perdere con il "Capodanno sul Porto", spettacolo musicale dal vivo e fuochi d'artificio a mezzanotte scanditi a ritmo di musica per festeggiare insieme l'arrivo del nuovo anno.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -