Cesenatico: imprese creditrici del Comune, appoggio dalle banche

Cesenatico: imprese creditrici del Comune, appoggio dalle banche

Cesenatico: imprese creditrici del Comune, appoggio dalle banche

Il 21 luglio scorso alla Camera di Commercio di Forlì-Cesena è stato firmato un protocollo d'intesa con il Comune di Cesenatico e altri comuni della provincia  per assicurare liquidità alle imprese del territorio che hanno in atto un credito per appalti di forniture, progettazioni e lavori pubblici attraverso la cessione "pro-soluto" dei crediti a favore di banche o intermediari finanziari.

Si tratta di un accordo che serve ad accelerare il meccanismo di riscossione da parte degli imprenditori che vantano crediti verso gli enti pubblici, che prevede che, ora, l'impresa ceda il credito alle banche, e che l'ente camerale intervenga in un secondo momento per abbattere gli oneri finanziari.

 

"Ridare" denaro alle aziende: questo è sostanzialmente lo scopo dell'accordo, a cui hanno aderito, oltre a Cesenatico, i Comuni di Cesena, Gambettola, Forlì, Longiano, Predappio e Savignano.

La cessione "pro-soluto" del credito significa che chi cede deve garantire validità e sussistenza

del credito al momento della cessione. Non, anche, la solvibilità del credito

 

Da un lato, dunque, c'è la Camera di Commercio, che ha stanziato un fondo aperto di 25.000 euro per l'abbattimento del 50% degli oneri finanziari delle imprese con sede o unità locale in provincia di Forlì-Cesena che effettuano operazioni di cessione di crediti vantanti nei confronti di enti locali della Regione, che hanno sottoscritto con la propria Camera di Commercio analogo accordo.

Dall'altro lato c'è il Comune di Cesenatico, che stabilito di stanziare un contributo di 10.000 euro per l'integrazione del rimborso degli oneri finanziari conseguenti le operazioni di cessione di credito.

 

Il protocollo è in vigore fino al 31 dicembre 2010 e permette di sostenere le operazioni che partono da un credito minimo di 50mila euro.

 

"In un momento particolare come quello che stiamo vivendo, in cui il Governo Centrale impone nuovi e pesanti tagli al bilancio delle amministrazioni locali, liquidare un credito verso un'impresa appaltatrice di lavori pubblici, forniture e progettazioni diventa un meccanismo con delle tempistiche che, in alcuni casi, tendono inevitabilmente ad allungarsi - dichiara il sindaco Nivardo Panzavolta - In questo modo, grazie al protocollo d'intesa firmato con la Camera di Commercio, sarà possibile permettere alle aziende del nostro territorio di incassare i crediti necessari a superare il momento di crisi".

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -