Cesenatico: in cantiere una serie di 'Zone 30'

Cesenatico: in cantiere una serie di 'Zone 30'

Cesenatico: in cantiere una serie di 'Zone 30'

CESENATICO - Dopo l'"ondata" delle rotonde, sono le "Zone 30 "  - in cui il traffico si muove alla velocità massima di 30 km/h  - il nuovo importante passo nella ricerca della moderazione della velocità del traffico nelle città. Il nuovo Piano Urbano del Traffico, di recente approvato dall'Amministrazione Comunale di Cesenatico,  le individua come modello normale di regolamentazione della circolazione nelle zone a mare della ferrovia

 

Per dar corso a queste previsioni sono da pochi giorni iniziati i lavori per la realizzazione della Zona 30 di via Don Minzoni e parte di via Gramsci. I lavori, affidati alla ditta BSAP di Battistini Stefano e C. Sas di Cesenatico, sono diretti dall'Arch. Camillini, dell'ufficio tecnico comunale, termineranno entro la fine del mese di marzo e prevedono anche l'estensione della pista ciclabile fino all'incrocio con la via Monte Rosa.

 

Una Zona 30 è un'area progettata in modo tale da far mantenere agli automobilisti una velocità di percorrenza di sicurezza ; numerosi studi internazionali hanno dimostrato che questa velocità si aggira attorno ai 30 km/h . Da qui il nome "Zone 30 " . La realizzazione di una Zona 30 fa parte di una strategia più complessiva di riduzione della velocità tenuta dai veicoli sul territorio comunale, della quale le infrastrutture sono una parte importante.

 

Il Comune di Cesenatico ha proposto la prima Zona 30 in prossimità di 3 istituti scolastici molto frequentati da alunni e genitori ogni giorno come la scuola elementare, la scuola materna e il nido, situati proprio nei presi della zona di Madonnina e Santa Teresa, scelta per questa prima sperimentazione. Per conseguire la riduzione della velocità dei veicoli, anche in assenza di specifici controlli, nel progetto di esecuzione dei lavori di via Don Minzoni, sono previste alcune soluzioni tecniche ad hoc.

 

La realizzazione di restringimenti della carreggiata, all'ingresso della zona e in corrispondenza del parcheggio, costringono i veicoli a utilizzare spazi più stretti e quindi da affrontare a velocità più ridotte.

 

I due attraversamenti pedonali posti rispettivamente davanti all'asilo nodo e alla scuola materna sono rialzati di qualche cm rispetto al piano viabile, mentre l'attraversamento in corrispondenza del parcheggio è diviso in due parti con un'isola centrale non transitabile dai veicoli per offrire maggiore sicurezza ai pedoni. All'incrocio con la via Gramsci è prevista la realizzazione di una minirotonda, con la corona centrale del diametro di circa 12 metri , per migliorare la fluidità del traffico la sicurezza sull'incrocio.

 

La Zona 30 è chiaramente delimitata con porte di ingresso rappresentate da una fioriera sulla quale sono installati i segnali stradali, che riportano chiaramente le informazioni sulla velocità da tenere.

Con la realizzazione di una Zona 30, ci si prefigge non solo di diminuire la velocità e quindi la diminuire la gravità di eventuali incidenti, ma anche la riduzione dei gas di scarico, la diminuzione del traffico di solo attraversamento e una maggiore fruibilità degli spazi pubblici.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -