CESENATICO - Mercoledì il seminario "I Giovani, i Servizi, la Prossimità"

CESENATICO - Mercoledì il seminario "I Giovani, i Servizi, la Prossimità"

CESENA - Abuso di sostanze in adolescenti e giovani adulti, stili di vita a rischio, tossicodipendenze: per rispondere a queste problematiche è necessario un sistema di servizi integrato, in grado di costruire una rete di collegamento tra diverse professionalità e offrire luoghi efficaci di prevenzione e cura.

Questi gli argomenti al centro del seminario dal titolo “I Giovani, i Servizi, la Prossimità. I luoghi della cura e della prevenzione: Centro di Ascolto e Consulenza Nuove Droghe – apertura sede di Cesenatico”, in programma mercoledì 31 gennaio a Cesenatico dalle 9 alle 12,30 (Sala Conferenze del Museo della Marineria, Via Armellini, 18).


Il convegno, promosso dal Ser.T. dell’Azienda USL di Cesena, rivolto agli operatori dei servizi ma anche alla cittadinanza interessata, pone al centro della riflessione il ruolo della nuova sede del Centro di Ascolto e Consulenza Nuove Droghe a Cesenatico, aperta nel giugno scorso con l’obiettivo di rafforzare i servizi pubblici nell’ottica della prossimità e della penetrazione sociale. Il convegno rappresenta inoltre un importante momento di incontro e di confronto tra diversi servizi, nella consapevolezza che una rete efficace possa scaturire solo da un sistema poli-specialistico altamente integrato. Le problematiche legate alla tossicodipendenza, infatti, sono sempre più intrecciate a quelle psicopatologiche, sociali e familiari, e necessitano quindi un approccio multispecialistico e sinergico.


I dati complessivi dell’utenza dei Centri di Ascolto dell’Azienda USL di Cesena mostrano una netta crescita: nel 2006 (dati ancora provvisori) il numero di pazienti in trattamento è salito ad 80 (erano 70 nel 2005), di cui 5 fanno riferimento alla nuova sede di Cesenatico aperta in giugno, mentre il numero delle consulenze brevi è rimasto costante, fermandosi intorno alle 60 unità. Gli utenti del servizio sono prevalentemente adolescenti e giovani adulti: nel 2005 il 14,5% era minorenne mentre l’85 % compreso tra i18 e 25 anni, i maschi erano il 66,7% e le femmine 33,3%. Per quanto riguarda le sostanze, il 34% richiede consulenza per cannabinoidi, il 30,4% per eroina (un valore alto, per questa fascia di età), il 18,8% per cocaina, il 10% per alcool, il 4,3 % per extasy e anfetamine (dati 2005).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’apertura del convegno è affidata a Nivardo Panzavolta, Sindaco di Cesenatico, e alla Dott.ssa Antonella Brunelli, direttrice del Dipartimento Rubicone dell’Azienda USL di Cesena. A seguire il Dott. Michele Sanza (direttore del Ser.T.) parlerà del Centro di Ascolto Nuove Droghe nella rete dei servizi di prossimità; la Dott.ssa Daniela Rossetti (Responsabile dei Servizi Sociali) fornirà una lettura del disagio e dei servizi in rete per l’adolescente e la sua famiglia: il Dott. Andrea Melella (direttore del Dip. Salute Mentale) presenterà i percorsi integrati nel Dipartimento che dirige; il Dott. Luigi Gualtieri (direttore dell’U.O. di Neuropsichiatria Infantile) illustrerà gli aspetti psicopatologici e gli interventi precoci in adolescenza.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -