Cesenatico, Nove Colli: le dichiarazioni dei vincitori

Cesenatico, Nove Colli: le dichiarazioni dei vincitori

CESENATICO - Queste le dichiarazioni dei vincitori della Nove Colli 2011:

 

1° Wladimiro D'Ascenzo - G.C. Melania - tempo 3:38:38 media 37,05: "Ho sentito di avere una gamba buona oggi, ho trovato il passo giusto e dopo il Barbotto ho allungato lasciandomi alle spalle Corsello. Sono molto soddisfatto, ho un negozio di biciclette a Bellaria e riesco ad allenarmi generalmente all'ora di pranzo.  Questo risultato è un grosso premio per me."

2° Giuseppe Corsello - Gianluca Faenza Hymer Team - tempo 3:40:59 media 36,56: "Pensavo di farcela, di riuscire a stare dietro al passo di D'Ascenzo, mi bastava un minuto per scollinare con lui al Barbotto. Il pubblico su questo faticoso colle è stato davvero grandioso, ci ha dato una carica incredibile, è sempre una grande emozione la Nove Colli".

3° Alessio Pareschi - Gianluca Faenza Hymer Team - tempo 3:41:32 media 36,56 :"Sono caduto sulla rampa del Barbotto ma mi sono ripreso. Quest'anno ho accettato la sfida con Corsello, mi sentivo bene, gli sono rimasto dietro pensando poi di poter rientrare, ma non ci sono riuscito. D'Ascenzo è andato veramente forte."

 

Donne 130 km

 

1^ Michela Gorini - Asd Team Fausto Coppi Fermignano - tempo 3:52:52 media 34,78: "Ho iniziato con la sfortuna, ieri ho rotto il cambio nel giro di prova, me l'hanno sistemato i tecnici alla bene meglio e oggi ha tenuto. Ci ha rimesso lo zampino oggi la sfortuna, ma in un certo senso nel momento giusto, dato che a 50 metri dall'arrivo mi si è bloccata la ruota. Sono riuscita comunque a tagliare il traguardo per prima. Dedico la vittoria al mio papà."

2^ Monica Cuel - U.C. Ezio Borgna Hersh Bike Cycling team - tempo 04:05:47 media 32,96: "E' la prima volta che faccio la medio fondo, il percorso è davvero splendido e sono molto contenta del risultato."

3^ Laura Fossati Bellani - Asd Team Arona Fravic Bici & Bike - tempo 04:07:13 media 32,76: "Sono contentissima anche perché ho corso senza gregari ed il risultato è stato farina del mio sacco. E' la vittoria di una mamma."

 

Vincitori 200 maschile:

 

1° Antonio Corradini - Viner Factory - tempo 5:58:29 media 33,47: "Ho deciso sul Barbotto che la gara poteva essere la mia. Ho scollinato prima degli altri e poi ho atteso per capire come poteva evolversi la gara, alla fine ho iniziato a spingere. E' una vittoria molto importante per me perché giunge in quello che rappresenta l'ultimo anno per me, dato che ad agosto mi nascerà il secondo figlio."

2° Michele Rezzani - Asd Anno Primo - tempo 6:00:22 media 33,30: "E' stata una corsa facile tatticamente. Sul Barbotto c'è stata una selezione importante che ha poi determinato il gruppo finale. Corradini in salita è andato davvero forte."

3° Ersilio Fantini -Mg.K Vis Lgl Viner Marche - tempo 6:00:22 media 33,30: "Contento per questa prestazione."

 

Donne 200 km 

1^ Barbara Lancioni - Sintesi Cicli Copparo Dinan Castelli - tempo 06:23:30 media 31,29: "Sono caduta prima del Barbotto e mi sono presa un bello spavento. Ho stretto i denti, da 20 anni pedalo e l'esperienza mi ha permesso di arrivare in fondo."

2^ Monica Bandini - Tubozeta Mg.K Vis - Somec - tempo 06:26:55 media 31,01: "Ho poco tempo per allenarmi e arrivare al secondo posto nella mia terra è sempre una grande emozione e questa è sempre una grande gara".

3^ Claudia Gentili - Team Guru Planet X Selle Italia - tempo 06:33:42 media 30,48: "Sono onorata di essere giunta sul podio insieme a due campionesse come Barbara e Monica. L'anno scorso ho fatto il percorso corto e quest'anno mi sono voluta mettere alla prova. Sono contentissima di questo risultato."

 

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di den0000000
    den0000000

    La stessa cosa è successa a me, con la macchina, nei tornanti in discesa dopo il barbotto. Un centinaio di ciclisti, assetati dal fare un buon tempo e quindi senza nessun scrupolo mi hanno superato in tutti i modi, anche in questi tornanti, in discesa, senza visibilità. Mi chiedo solo se in quei momenti fosse sopraggiunta un'auto dall'altra direzione o se un ciclista davanti a me fosse caduto, anche per stanchezza, in quanti sarebbero caduti??? E oltre tutto mi sono sentito dire, mentre mi superavano nei sopracitati tornanti, in maniera arrogante e maleducata (e ho sentito bene perchè avevo il finestrino aperto): -che caxxo fai? -togliti dalle paxxe!! -come caxxo sei messo!! e non vado oltre. Tali esclamazioni non si commentano, poi considerando che non sono dette ne da bambini ne da adolescenti ma da persone adulte, sono ancora più gravi. Io penso che tale manifestazione ciclistica non può essere considerata come una gara perchè la strada è aperta, quindi non ha senso ne la classifica ne i vincitori; la gara porta ad una copetizione tra i partecipanti e quindi vale di più il tempo che fa un ciclista rispetto al codice della strada. è stata una domenica di pura anarchia per 200km di strada pubblica, da parte di molti ciclisti. Mi auguro che nessuno ci lasci le penne nelle prossime manifestazioni, ma sarà inevitabile vista la mentalità di alcuni partecipanti.

  • Avatar anonimo di joe0000
    joe0000

    é stato vergognoso! non so se x colpa dell'organizzazione di di corridori senza un briciolo di testa,ma la strada x perticara era un tripudio di ciclisti a testa bassa CONTROMANO NEI TORNANTI CECHI...capisco che siano appassionati ma trattandosi di corse su strade aperte al traffico ci vuole un minimo di buonsenso!!! in 3 km di strada ho evitato miracolosamente almeno 10 ciclisti,il tutto davanti alle grasse risate dei commissari di gara!!!!! poi tutti a piangere se qualcuno si fa male...

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -