Cesenatico, petizione per abolire la carne in quaresima nelle scuole

Cesenatico, petizione per abolire la carne in quaresima nelle scuole

Cesenatico, petizione per abolire la carne in quaresima nelle scuole

CESENATICO - Si tratterebbe di rispettare la tradizione cattolica. Martedì 8 giugno, 750 firme per il rispetto del menù quaresimale nelle scuole, saranno consegnate in Comune, al Sindaco, Nivardo Panzavolta e all'assessore alla scuola, Emanuela Pedulli. In poche parole si richiede di abolire la carne nei venerdì di quaresima e per il mercoledì delle ceneri, a partire dal prossimo anno scolastico. I firmatari della petizione sono, oltre ai genitori, anche alcuni membri del personale.

 

Secondo quanto riportato dal Corriere Romagna, i genitori sostengono che il 95% delle famiglie di Cesenatico sceglie per i figli la religione nelle scuole. La questione è stata già segnalata in maniera informale, ma, da qualche mese, si è passati alla raccolta firme. Ed ora i genitori sono pronti per la richiesta formale al Sindaco. In sostanza si propone di spostare il giorno in cui viene somministrato il pesce per mettere tutti d'accordo.

Commenti (15)

  • Avatar anonimo di Sam
    Sam

    @benni ma dove vivi??? sveglia!!! il caso di padre alvaro a gambettola un anno fa te lo sei già scordato?? ti auguro di trovare dei preti decenti ai quali affidare i tuoi figli!!! io li terrei lontani!!!!

  • Avatar anonimo di vico
    vico

    @benni e che problema ci sarebbe a non mangiare il maiale, o la vacca? e perchè una religione dovrebbe condizionare chi non ci crede? quanto ai preti pedofili, evidentemente le sfugge che solo a Forlì e provincia ci sono tte condanne di sacerdoti in pochi anni, questa è l'ultima: https://www.romagnaoggi.it/rimini/2009/4/28/122490/ e tra i fautori della campagna ci dev'essere Bagnasco che ha dichiarato che anche in Itaiia la chiesa ha coperto i pedofili... vogliamo parlare delle migliaia di abusi in usa, iralnda, brasile o del quasi santo legionario di Gesù? Che la chiesa faccia ora la vittima è ridicolo.

  • Avatar anonimo di vico
    vico

    @Iolle e su questo mi spiace, lo stato ha delle regole, che devono valere al di là delle religioni. E quindi gli islamici non possono vietarmi il prosciutto, e i cattolici la fiorentina il venerdì santo... altrimenti è fascismo gastronomico...

  • Avatar anonimo di lolle
    lolle

    @Vico....... Potrei scrivere un libro,sulla mia esperienza lavorativa,quale ora faccio........sulla preparazione di pasti specialmente ad utenti di religione mussulmana......(mi manca solo di uccidere, sgozzando un agnello) a richiesta, senza certificati.....(perche' fanno sempre finta di non capire)e sempre col sorriso sulle labbra....perche' l'utente ha sempre ragione........

  • Avatar anonimo di benni
    benni

    Sono d'accordissimo con la petizione Qual è il problema se durante la quaresima si mangia il pesce al venerdì e la carne al martedì ? mi sembra che la petizione non voglia vietare od imporre niente, solo spostare il menù @ Sam cerca di usare il cervello e guardare la realtà .. non ti sei accorto che c'è una campagna mediatica contro la Chiesa che strumentalizza pochi casi di pedofilia vecchi di decenni ??? Nella mia esperienza di padre ho sempre affidato con tranquillità e fiducia i miei figli alle esperienze cattoliche scuole di educazione e di vita

  • Avatar anonimo di Sam
    Sam

    invece di "far rispettare la tradizione cattolica" imponendo una cosa assurda a tutti, andassero a fare una BELLA PULIZIA di pedofili e affini nelle parrocchie... altrochè!

  • Avatar anonimo di vico
    vico

    @Iolle Lei ha tutti i diritti di chiedere un menù diverso per i suoi figli, ma non ne ha nessuno di scegliere quello dei figli degli altri. Questa petizione è integralista, come lo sarebbe quello in cui si vieti in una scuola il consumo di carne di maiale o di bovino.

  • Avatar anonimo di Alighiero
    Alighiero

    evviva il matterelo.

  • Avatar anonimo di ilmatterello
    ilmatterello

    Accidenti ci vogliamo ridurre ad essere uno stato confessionale, anche se in parte lo siamo già. L a regola è che tutti devono essere rispettati nelle loro convinzioni, le tradizioni devono valere per chi intende rispettarle, non essere imposte con tracotanza come stà avvenedo da qualche anno. I genitori che intendono rispettare la quaresima fanno la loro bella domandina e la mensa, come è sempre accaduto per tutti, agisce di conseguenza, ma per chi lo richiede, non deve imporlo a tutti. Le tradizioni sono fatte per essere rispettate ma anche rifiutate.

  • Avatar anonimo di lolle
    lolle

    Sono d'accordo con la petizione...io entro nel merito....in quanto preparo tutti i giorni menu' diversi per i bambini mussulmani....quindi pretendo rispetto per l'alimentazione durante il periodo quaresimale dei miei figli!

  • Avatar anonimo di Davide3
    Davide3

    @manVel: le percentuali non le ho prese da nessuna parte, ovviamente, sono giusto indicative di come penso che vada. Vedo sempre più coppie che riguardo alla religione sono scettiche, sono cattolici ma seguno poco-nulla, non vanno a messa ecc.. Mandano i loro figli all'ora di religione per non farli sentire diversi. Gli interesserebbe l'ora alternativa alla religione ma, attualmente allo stato dei fatti, questa consiste nell'essere buttati in un'aula a "non rompere le palle per 1 ora", è difficile che le scuole abbiano la voglia-risorse per organizzare qualcosa di formativo, valido ed appetibile come "studio delle religionI", civica ecc...

  • Avatar anonimo di manVel
    manVel

    Mi piacerebbe sapere il buon Davide3 dove ha preso tutte queste percentuali. Lavora all'Istat? Ha condotto personalmente un sondaggio? E' un dipendente scolastico o del Provveditorato agli studi? Sulla questione carne comunque concordo: è ridicolo che tutti i bambini non possano mangiarla durante quel determinato periodo.

  • Avatar anonimo di Davide3
    Davide3

    Ridicolo. Di quel 95% dei genitori che hanno scelto l'ora di religione per i figli, il 90% lo ha fatto per "quieto vivere", per non far sentire il proprio figlio "un diverso" ed i dettami della religione catolica li seguono molto poco. Di queste cavolate da religione primitiva a loro non interessa nulla, se invece di basarsi su questi 700 genitori fondamentalisi chiedessero veramente ai genitori se gli interessa... scoprirebbero che non gli interessa nulla a nessuno. Cmq se un genitore vuole che i propri figli non mangino la carne, è giusto che questo sia concesso, basta che sia concesso SOLO a loro, non che siano obbligati gli altri di altre religioni o atei.

  • Avatar anonimo di Alighiero
    Alighiero

    non c'è altro da agigungere.

  • Avatar anonimo di Gattostanco
    Gattostanco

    Che tristezza quando le religioni cercano ancora di condizionare le istituzioni pubbliche. A quando la petizione per rispettare le prescrizioni dei musulmani? O quelle degli induisti? O di Scienthology o dei Testimoni di Geova? E quando i fedeli del Grande Cocomero chiederanno di abolire il melone, con cosa abbineremo il prosciutto? Ah, già... è carne e c'è quaresima, quindi faremo "soia e kiwi". Che triste paese

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -