Cesenatico: piano strutturale comunale, l'iter procede senza intoppi

Cesenatico: piano strutturale comunale, l'iter procede senza intoppi

CESENATICO - Prosegue l'iter del Piano strutturale comunale di Cesenatico, lo strumento che definisce e indica gli indirizzi per governare e valorizzare il territorio.

Con l'accordo amministrativo stipulato con la Provincia, il Comune di Cesenatico ha attivato l'iter per rivedere l'attuale strumento urbanistico in base ai principi della legge regionale n. 20 del 2000, predisponendo il Piano Strutturale Comunale all'interno della Variante integrativa al Piano Territoriale di Coordinamento Provinciale della Provincia di Forlì-Cesena, insieme alla relativa Valutazione di Sostenibilità Ambientale  e Territoriale.

 

Dopo la precedente approvazione in Consiglio Comunale, lo scorso mese di marzo e la successiva adozione da parte della Provincia di Forlì-Cesena del mese di aprile 2009, approda nel prossimo Consiglio Comunale di martedì 19 gennaio 2010 la terza fase che vede il PSC raggiungere gradatamente il suo traguardo.

 

Negli scorsi mesi sono stata depositate, presso gli uffici dell'amministrazione provinciale, le osservazioni da parte di cittadini, enti pubblici e associazioni di categoria interessate all'adozione del PSC, così come prevede la legge regionale n. 20 del 2000, ne sono arrivate per l'esattezza oltre 200, di cui la stragrande maggioranza non hanno avuto accoglimento da parte della Provincia in quanto non attinenti con il Piano Strutturale Comunale in oggetto.

 

A questo punto il Consiglio Comunale viene ancora una volta chiamato in via preliminare ad esprimersi in merito al futuro della nostra città nelle logiche della crescita dei servizi e dello sviluppo turistico, ma anche della riduzione della pressione insediativa con l'obiettivo principale della sostenibilità e della qualità ambientale, architettonica e sociale, nonché per una sostanziale riduzione dell'inquinamento e dell'utilizzo di risorse rinnovabili.

 

Le osservazioni depositate presso l'amministrazione provinciale diventeranno materiale utile in futuro e saranno prese in considerazione da parte degli uffici comunali preposti nei successivi strumenti urbanistici che riguardano la nostra città, il RUE, ovvero il prossimo regolamento urbanistico edilizio e il POC, ovvero il Piano Operativo Comunale che avranno il compito il primo di disciplinare il tessuto edilizio esistente e, il secondo, di disciplinare le trasformazioni urbanistiche.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -