Cesenatico, potenziamento dei servizi di vigilanza estivi

Cesenatico, potenziamento dei servizi di vigilanza estivi

CESENATICO - Si è svolto ieri mattina l'incontro con il Prefetto di Forlì Cesena per la firma della convenzione che vede impegnati oltre al Comune di Cesenatico anche i comuni di Gatteo, Savignano sul Rubicone e San Mauro Pascoli.

 

La novità del 2010 riguarda proprio l'intervento economico di tutti e quattro i comuni interessati dal potenziamento delle forze di polizia estive che contribuiranno, in maniera diversa, alle spese di vitto e alloggio del personale di vigilanza giunto sulle nostre coste.

 

Come ogni anno infatti e con l'arrivo della stagione estiva giungono a Cesenatico anche i rinforzi di polizia per una maggiore sicurezza su tutta la costa. Dopo l'apertura del posto di Polizia estivo dello scorso 15 giugno con la presenza di 17 agenti, oggi già raddoppiati, si delinea così il quadro del presidio sul nostro territorio e sull'intera costa della provincia di Forlì Cesena.

 

Alla firma della convenzione con la Prefettura di Forlì Cesena per il potenziamento dei servizi estivi di polizia 2010, in favore di tutti i comuni rivieraschi, era presente il sindaco Nivardo Panzavolta che ha confermato la partecipazione economica del Comune di Cesenatico per la somma complessiva di 34.720,00 euro comprensiva anche della partecipazione degli altri 3 comuni rivieraschi. Somma necessaria per far fronte alle spese di vitto e alloggio di 20 unità della Guardia di Finanza che presidieranno il territorio costiero dall'1 al 30 agosto prossimi.

 

Gli obiettivi principali del potenziamento dell'organico di polizia sul territorio rimangono la sicurezza delle spiagge e la lotta all'abusivismo commerciale e all'immigrazione clandestina. E ancora, occhi puntati sull'intera città e sulle strade, per contrastare fenomeni di microcriminalità e prevenire incidenti, in particolare quelli causati dall'abuso di alcol e sostanze stupefacenti.

Da una nota del Ministero dell'Interno dello scorso 4 giugno, giunta ai Comuni, si legge chiaramente l'impossibilità di poter provvedere al pagamento del vitto e dell'alloggio di parte delle forze dell'ordine chiamate a presidiare il nostro territorio e, in casi come questo, l'intervento economico dei comuni diventa quanto meno necessario per garantire la presenza di nuove forze dell'ordine a garanzia del nostro territorio.

 

Contemporaneamente, i 4 comuni stanno definendo una convenzione anche con l'obiettivo di coinvolgere direttamente le associazioni di categoria operanti sul territorio, per ottenere la loro disponibilità ad accollarsi parte degli oneri necessari per il potenziamento dei servizi di vigilanza che lo Stato non riesce ad assicurare con i propri mezzi. "Un impegno ulteriore - dichiara il sindaco Panzavolta - che crediamo sarà certamente accolto dalle nostre associazioni locali per perseguire un fine comune quale quello di incrementare i livelli di sicurezza a vantaggio anche della promozione turistica delle nostre località".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -