Cesenatico, presentazione del libro sul Presepe della Marineria

Cesenatico, presentazione del libro sul Presepe della Marineria

CESENATICO - Una meravigliosa "coperta" galleggiante che ogni anno offre il sostegno alle statue di un presepe che per magia, colori e suggestioni non smette di affascinare adulti e bambini, laici e credenti, turisti e cittadini, in un momento dell'anno che rende tutti più sensibili alle emozioni del cuore. Al Museo della Marineria e alla tradizione marinara che da secoli caratterizza la storia di Cesenatico è dedicato il volume "Aspettando il Presepe sulla barche - Dai simboli e i colori delle vele al museo delle barche di Cesenatico", realizzato da Morena Vanzolini per Mema Studio con il sostegno del Comune di Cesenatico, di Oikos e della Bcc di Sala. 1250 copie del libro saranno inoltre donate a tutti i bambini delle scuole elementari di Cesenatico.

 

In un percorso fra immagini fotografiche e pensieri di chi ha voluto rendere indelebile alla memoria di tutti il valore della marineria per una cittadina di mare come Cesenatico, il volume racconta delle vele e dei loro colori, che differenziavano le famiglie dei pescatori, e che all'orizzonte annunciavano il ritorno verso casa. Racconta l'opera di tre artisti che hanno saputo dare vita ad una straordinaria a rappresentazione della Natività, sullo sfondo di  paranze, battane, lance e trabaccoli, oggi visitata da migliaia di persone e che, già a pochi anni dalla sua nascita, risultava uno dei soggetti più fotografati d'Italia.

 

Il Museo della Marineria nasce alla fine degli anni '70 nel tratto più antico del porto canale leonardesco, con lo scopo di far conoscere e valorizzare le barche delle Marinerie del medio e dell'alto Adriatico. A metà degli anni '80 arriva l'idea di realizzare un presepe da ubicare proprio sopra le coperte delle barche del museo galleggiante: così nasce il Presepe della Marineria, una rappresentazione della Natività unica nel suo genere, realizzata dagli artisti Tinin Mantegazza, Maurizio Bertoni e Mino Savadori, patrimonio unico di una città che non ha mai dimenticato il mare e la sua storia.

 

  "Storia e memoria sono valori fondamentali per la nostra comunità e sono anche beni importanti per la stessa offerta turistica di Cesenatico - aggiunge il sindaco Nivardo Panzavolta - La nascita del Museo della Marineria con il recupero e la valorizzazione di questo tratto del porto canale e la successiva nascita del Presepe sono, e resteranno, una pietra miliare nella storia della nostra città. Ciò che unisce queste due realtà non è un matrimonio di convenienza, ma un vero e proprio amore, come è sottolineato nelle pagine del volume che oggi presentiamo. C'è stata fin dall'inizio una identificazione profonda, quasi un volere reinterpretare la tradizione del tutto particolare del Presepe alla luce della vita popolare della gente di mare. Il ringraziamento va a tutti coloro che fin dall'inizio hanno creduto fortemente in questo progetto e che da anni lavorano per il Museo e per il suo Presepe, e anche alle migliaia - ormai forse milioni - di persone che ogni anno vengono a Cesenatico per vedere e lasciarsi commuovere da questa straordinaria forma d'arte, e dal Mistero di questa Nascita".

 

"A trent'anni dalla prima idea del museo e a cinque anni dall'apertura della sezione a terra, la nostra città può essere molto soddisfatta dell'attività del Museo della Marineria - dichiara l'assessore alla Scuola del Comune di Cesenatico, Emanuela Pedulli - I visitatori sono tanti e ancora in aumento, le scuole e le classi che ogni anno vanno a fare visita alle barche, alle vele e al presepe sono numerosissime e i ragazzi entusiasti, le relazioni che si creano sono ampie e qualificate".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -