Cesenatico: riparte il progetto "Notti Sicure"

Cesenatico: riparte il progetto "Notti Sicure"

Cesenatico: riparte il progetto "Notti Sicure"

CESENATICO - Anche quest'anno, le notti a Cesenatico saranno all'insegna del divertimento e della sicurezza. E' infatti ai nastri di partenza la decima edizione del progetto Notti Sicure, promosso dal Ser.T dell'Azienda Usl di Cesena, in collaborazione con l'Assessorato alle Pari Opportunità e l'Assessorato al Turismo del Comune di Cesenatico. Notti Sicure nasce nel 1998 come uno dei primi progetti di prevenzione e riduzione dei comportamenti a rischio all'interno della Regione.

 

L'iniziativa si propone di accrescere la sicurezza del divertimento e dei momenti di aggregazione che caratterizzano la vita notturna della città, prevenendo fenomeni di abuso di sostanze ed i rischi ad esse correlati.

 

"Una tematica- afferma l'assessore alle Pari Opportunità Emanuela Pedulli- che vede impegnate anche le categorie economiche, con le quali stiamo collaborando, insieme ai gestori dei locali coinvolti, per concordare una bozza di regolamento da seguire affinché i giovani si avvicinino ad un consumo consapevole dell'alcol. In questo modo- prosegue l'Assessore Pedulli- siamo convinti di poter giungere non solo ad un miglioramento della qualità della vita, ma anche dell'offerta turistica della nostra città e dei locali che la animano".

In questo contesto, nasce la campagna "Se guidi non bevi" che, promossa all'interno del progetto Notti Sicure, fornisce anche quest'anno un punto di informazione e prevenzione notturno davanti ai principali luoghi di aggregazione per tutti quei giovani che hanno difficoltà legate all'abuso di alcol o sostanze stupefacenti.

 

"La realizzazione di questo progetto- spiega Simone Preti, psicologo del Ser.T- è stata resa possibile dalla collaborazione dei gestori di alcuni locali notturni, che aderiscono all'iniziativa già da diversi anni. Attraverso l'utilizzo di un camper trasformato in punto di contatto- prosegue Preti- seguiamo i giovani del territorio recandoci nei loro abituali punti di ritrovo e proponendo loro il test dell'etilometro per valutare il livello di alcolemia ed evitare che si mettano alla guida in condizioni di pericolo".

 

"Come città turistica - aggiunge il sindaco Nivardo Panzavolta- Cesenatico ha sempre dedicato un'attenzione particolare al mondo dei giovani ed alla realtà del divertimento che tanto caratterizza questo universo. Questa iniziativa si rivolge, quindi, a tutti i giovani del nostro territorio, ai quali vorremmo far comprendere che il divertimento è tanto più autentico, nella misura in cui non sfocia in situazioni di pericolo per noi stessi e per gli altri".

 

La prima tappa della campagna, prevista per venerdì 20 giugno alle ore 24, vedrà la presenza di Viviana Porro e Claudia Penoni che, da Torino passando per la Polonia di "zelighiana" memoria, approderanno direttamente davanti al Batija di Cesenatico per testimoniare il proprio personale contributo all'iniziativa ed animare la serata con lo spettacolo "Facciamo...una signora risata!!".

 

I dati raccolti nell'edizione 2007 del Progetto Notti Sicure confermano quelli delle esperienze precedenti, con un 88,7% dei partecipanti rappresentato da ragazzi provenienti dalla nostra zona e dalle province limitrofe di Ravenna e Rimini.

Tra questi, spicca una prevalenza tutta maschile dei giovani che si avvicinano al test dell'etilometro, con una percentuale dell'81,7%, nettamente superiore a quella delle ragazze, che ha comunque registrato una graduale crescita, passando dal 8,5% del 1999 al 18,3%.

La fascia di età maggiormente coinvolta resta quella compresa tra i 18 e i 21 anni, con un 34,9%, mentre aumenta il numero dei ragazzi tra i 22 e i 25 anni, che dal 14,1% del 1999 passa al 23%.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il livello di alcolemia registrato nei test effettuati nel 2007 si mantiene sulle stesse percentuali dell'anno precedente, dove circa i 2/3 dei soggetti si attestano ad un livello inferiore rispetto alla soglia di sbarramento consentita, equivalente a 0,5gr/l.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -