Cesenatico, simula rapina per impietosire l'ex e finisce nei guai

Cesenatico, simula rapina per impietosire l'ex e finisce nei guai

Cesenatico, simula rapina per impietosire l'ex e finisce nei guai

CESENATICO - Si è ferito a coltellate per simulare una rapina ed impietosire l'ex che di lui non ne voleva più sapere. Protagonista della vicenda, avvenuta nella nottata tra lunedì e martedì, un quarantenne di origine albanese, ma da tempo in Italia. L'extracomunitario ha chiesto l'intervento del ‘112' denunciando di esser stato aggredito e rapinato. Quando gli uomini dell'Arma sono giunti sul posto l'hanno trovato sanguinante al braccio sinistro per un profondo taglio.

 

I sanitari del pronto l'hanno giudicato guaribile in cinque giorni. Ai militari ha spiegato che stava tornando a casa a Villamarina quando è stato avvicinato da qualcuno che l'ha aggredito con un coltello e rapinato del portafogli. I Carabinieri hanno subito dato alla caccia al malvivente, salvo poi fermarla quando il quarantenne ha ritrattato la sua versione. Inoltre i medici hanno subito chiarito che la ferita era più simile ad un autolesione. Messo alle strette l'albanese ha confessato la verità.

 

I Carabinieri l'hanno così denunciato per simulazione di reato ed interruzione di pubblico servizio. Tutto questo per attirare le attenzioni dell'ex compagna che non lo voleva più in casa e per ritardare il pagamento di alcuni debiti.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -