CESENATICO - Truffò madre e figlia di 170 milioni di lire, arrestata perpetua latitante

CESENATICO - Truffò madre e figlia di 170 milioni di lire, arrestata perpetua latitante

CESENATICO – Della 68enne Daniela Nicoletti Zerbi si erano perse le tracce dopo esser stata condannata in tribunale a Cesena per aver portato a termine una raggiro ai danni di madre e figlia da 170 milioni di lire a Cesenatico. Martedì la donna è stata arrestata dalle forze dell’ordine a Calice al Cornoviglio, un paesino di circa mille abitanti in provincia di La Spezia. Sconvolti gli abitanti: infatti la donna era molto conosciuta in paese in quanto perpetua che viveva in canonica.


Alla Zerbi si è riusciti a risalire dopo che una suora laica era stata invitata dalla 68enne ad aprire un conto corrente a suo nome. Su di lei pendeva un ordine di carcerazione: infatti doveva scontare cinque anni e quattro mesi di reclusione che, grazie all’indulto, si sono ridotti a due anni e quattro mesi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tempo addietro la 68enne aveva raggirato due cesenaticensi che stavano vendendo il loro stabilimento balneare a Cesenatico. La Zerbi le convinse ad acquistare, attraverso di lei, quote del porto di Marinara. Madre e figlia si fidarono della donna, affidandole la somma di 170 milioni di lire. Quando la truffa andò a segno, fece perdere le proprie tracce. Martedì l’epilogo della vicenda con le manette.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -