Cgil: "200mila statali in piazza". Scontri tra studenti e polizia

Cgil: "200mila statali in piazza". Scontri tra studenti e polizia

Cgil: "200mila statali in piazza". Scontri tra studenti e polizia

ROMA - Decine di migliaia i manifestanti, tra cui lavoratori delle università, della scuola, dipendenti di accademie e conservatori, sono scesi in piazza per chiedere più risorse in Finanziaria per i contratti e contro il precariato. Secondo il sindacato 100mila persone hanno aderito alla manifestazione a Roma; a Milano sono sfilati in 70mila, a Napoli in 10mila, a Bologna in 20mila, a Reggio Emilia in 10mila e a Modena in 5mila. Non sono mancati momenti di tensione.

 

Nella capitale si sono registrati tafferugli tra studenti e polizia. Le forze dell'ordine hanno bloccato, usando i manganelli, gli studenti dell'Onda che hanno cercato di forzare per due volte il cordone di sicurezza, fronteggiandolo a mani alzate. I manifestanti volevano raggiungere il ministero dell'Istruzione nonostante il divieto.

 

A sorpresa, dopo essere arrivati in piazza della Repubblica, per evitare il blocco in via Nazionale, hanno cominciato a correre verso viale XX settembre, dove si trova il ministero dell'Economia, rincorsi dalla polizia. Dopo tafferugli e momenti di tensione alcune migliaia di studenti e precari sono riusciti ad arrivare davanti al ministero al grido: "Noi la crisi non la paghiamo".

 

Dopo il blitz al ministero dell'Economia il corteo degli studenti dell'Onda è tornato all'università La Sapienza.  Gli studenti dei licei romani, dopo una serie di contrattazioni con le forze dell'ordine, sono invece riusciti a raggiungere il ministero dell'Istruzione. Momenti di tensione anche nel centro di Torino e a Napoli.

Il segretario generale della Fp Cgil, Carlo Podda, ha riferito che oltre la metà dei lavoratori pubblici ha aderito allo sciopero. "Secondo i nostri dati hanno aderito tra il 50 e il 60% dei lavoratori" ha detto. Il segretario organizzativo dell'Flc-Cgil Maurizio Lembo ha invece informato che tra i lavoratori della scuola l'adesione è del 30%. Diverse le cifre fornite dal dipartimento della Funzione pubblica secondo cui allo sciopero indetto dalla Cgil ha aderito l'8,35% dei lavoratori statali.

 

 Il dipartimento precisa che "si tratta comunque di dati ancora parziali perché riferiti all'11,10% del totale dei lavoratori interessati. Per quanto riguarda invece il solo comparto della scuola, la percentuale di adesione è stata dell'8,42 (dati riferiti al 27,83% del personale interessato)".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -