Ciclismo, 15mila metri di dislivello nel 2° Rally di Romagna in mountain bike

Ciclismo, 15mila metri di dislivello nel 2° Rally di Romagna in mountain bike

Ciclismo, 15mila metri di dislivello nel 2° Rally di Romagna in mountain bike

FAENZA - E' stato presentato al Museo Internazionale delle Ceramiche di Faenza il 2° Rally di Romagna in Mountain Bike, in programma dall'8 al 13 maggio nell'Appennino Tosco Romagnolo, sui sentieri dei Comuni di Riolo Terme, Brisighella, Casola Valsenio, Modigliana, Tredozio, Palazzuolo sul Senio, Marradi, Castel del Rio e Borgo Tossignano. I partecipanti saranno chiamati a percorrere 390 km, per un dislivello totale di 15mila metri: una gara davvero estrema.

 

Ad aprire gli interventi è stato Alessandro Zanotti, segretario generale del Rally, che ha ricordato come «il successo della prima edizione abbia fatto da stimolo per confermare l'evento, cercando di implementarlo con nuove iniziative». A coordinare la presentazione è stato Raffaele Babini, vice direttore di corsa al Giro d'Italia, da sempre sostenitore delle due ruote in qualsiasi forma e manifestazione, che ha ricordato come «la bicicletta, in passato principale mezzo di locomozione decantato dagli scrittori Olindo Giuerrini ed Alfredo Oriani, oggi debba essere riscoperta per la mobilità urbana e come mezzo per valorizzare il territorio nel rispetto dell'ambiente». Il primo intervento è stato quello di Pier Antonio Rivola, presidente del Museo Internazionale delle Ceramiche, che ha invitato la "carovana" del Rally ad una visita guidata al Museo faentino, «dove sono esposte opere uniche al mondo». E' poi intervenuta Emma Ponzi, sindaco di Riolo Terme: «Da anni siamo impegnati nella promozione del nostro territorio e la bici è il mezo per viverlo nel modo migliore», ha detto la prima cittadina del Comune che ospiterà il campo base del Rally di Romagna.


Il responsabile organizzativo Stefano Quarneti ha presentato le caratteristiche tecniche della corsa: «I partecipanti saranno chiamati a percorrere 390 km, per un dislivello totale di 15mila metri. Una gara estrema, con tappe che attraverseranno luoghi di una bellezza straordinaria, come il Parco della Vena del Gesso Romagnola ed il Parco delle Foreste Casentinesi. Si partirà domenica 8 maggio alle 15 a Riolo Terme, con un prologo nel centro storico e nel Parco delle Terme. Lunedì 9 si inizierà a pedalare sul serio, con la prima tappa di 75 km che da Brisighella porterà i concorrenti a Tredozio. Martedì 10 la seconda tappa sarà molto impegnativa e potrebbe già essere decisiva ai fini della classifica: 65 km di sentieri molto duri da Tredozio a Palazzuolo sul Senio. Mercoledì 11 la terza tappa, lunga ben 110 km, da Palazzuolo sul Senio a Riolo Terme, ma meno impegnativa delle precedenti. Dopo la penultima tappa di 78 km, in programma giovedì 12 fra Riolo Terme e Borgo Tossignano, il Rally si concluderà venerdì 13 maggio con la tappa finale di 40 km fra Riolo Terme, Borgo Rivola e Fognano. Particolarmente suggestivo, in quest'ultima giornata, sarà il transito nella Cava di gesso di Monto Tondo. Fra gli eventi collaterali, domenica 8 maggio a Riolo Terme sono in programma un raduno di mountain bike vintage e l'inaugurazione di un museo della mountain bike. E per gli amanti del super enduro, appuntamento domenica 15 maggio a Palazzuolo sul Senio per una prova di campionato Formula Sprint».


In seguito è intervenuto Renato Sartiani, vice presidente del Comitato Esecutivo del Parco della Vena del Gesso Romagnolo: «Le finalità del nostro Comitato Esecutivo - ha ricordato - sono due: la promozione del Parco stesso, anche attraverso manifestazioni come il Rally in Mountain Bike, ed il mantenimento del suo "capitale naturale"». Hanno poi preso la parola l'assessore allo sport della Provincia di Ravenna Massimo Ricci Maccarini, l'assessore allo sport del Comune di Tredozio Silvia Nannini, il sindaco di Palazzuolo sul Senio Cristian Minghetti, tutti a sottolineare il perfetto connubio fra sport, valenza turistica e bellezze naturali dell'Appennino Tosco Romagnolo. Un ringraziamento particolare è stato tributato ai principali sponsor della corsa: per la Gyproc, società del gruppo Saint Gobain, main sponsor dell'evento, è intervenuto Giampiero Proli, mentre per la Specialized, sponsor tecnico dell'evento, è intervenuto Luca Tabanelli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


Al termine della presentazione, la Banda comunale di Solarolo ha allietato i presenti con un brillante concerto musicale aperto dall'Inno di Mameli.  Ad oggi gli iscritti al Rally di Romagna in Mtb sono 50, provenienti da Italia, Portogallo, Australia, Usa, Germania, Francia, Ungheria, Inghilterra e Austria. Info: www.rallydiromagnamtb.it

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -