Ciclismo, il padre di Riccò: ''L'hanno preso per i capelli''

Ciclismo, il padre di Riccò: ''L'hanno preso per i capelli''

Ciclismo, il padre di Riccò: ''L'hanno preso per i capelli''

MODENA - Riccardo Riccò ha rischiato la vita: "L'hanno preso per i capelli". Così, a "La Gazzetta dello Sport" il papà del corridore di Formigine, Rubino Riccò. Il 27enne di Formigine, secondo quanto ricostruito dal padre, dopo l'allenamento di sabato accusava oltre 38 di febbre. Nella nottata tra sabato e domenica la febbre è salita oltre i 40°C ed il ciclista ha accusato anche forti dolori addominali. Per questo motivo è stato richiesto l'intervento dei medici.

 

Riccò è stato inizialmente ricoverato all'ospedale di Pavullo, dove è giunto in ambulanza. Dopo i primi accertamenti il personale sanitario ha deciso di trasferirlo a Modena. "Riccardo è sempre stato vigile, lucido - ha affermato il signor Rubino al quotidiano sportivo - non ha mai perso conoscenza, ma l'hanno dovuto intubare al naso". Ora il corridore è ricoverato in prognosi riservata, anche se le sue condizioni sono in miglioramento. La Procura ha acquisito gli esiti degli esami.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -