Cinema, è morto il regista Robert Altman

Cinema, è morto il regista Robert Altman

Profondo lutto nel mondo cinematografico: all’età di 81 anni, infatti, è morto il celeberrimo regista americano Robert Altman. La morte, avvenuta in un ospedale di Los Angeles, è stata annunciata da un portavoce della sua società di produzione. Nel 2005 gli è stato conferito il premio oscar alla carriera.


La biografia
Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Robert Altman (Kansas City, 20 febbraio 1925 – 21 novembre 2006) è un regista statunitense.

Figlio di un assicuratore Altman ha frequentato l'accademia militare di Wentworth, prima di arruolarsi nel 1945 nell'aereonautica con la mansione di co-pilota.

Esordisce dietro la macchina da presa nei primi anni '50. Una larga parte della sua carriera, in particolare dagli esordi fino agli anni '60, è dedicata alla direzione di serie televisive. Sono suoi per esempio diversi episodi della serie western Bonanza. La fama internazionale la ottiene nel 1970 con M*A*S*H, grazie al quale si aggiudica la Palma d'Oro al Festival di Cannes, a cui fa seguito nel 1975 con Nashville un altro successo di pubblico.

Sebbene la sua attività non abbia mai avuto periodi di interruzione dagli anni '90 in poi, già avanti negli anni, Altman ha conosciuto un nuovo periodo di notorietà che l'hanno visto dirigere pellicole di successo sia presso il pubblico che presso la critica, come I protagonisti, America Oggi (Leone d'Oro al Festival di Venezia) e Pret a porter.

Come regista Altman preferisce storie che mostrano le relazioni esistenti tra diversi personaggi; ha dichiarato di essere più interessato nelle motivazioni dei personaggi piuttosto che alle trame intricate. Per questo motivo tende a disegnare solo un abbozzo per il film, riferendosi alla sceneggiatura come a una traccia per l'azione, e permettendo ai suoi attori di improvvisare nei dialoghi.

Altman permette frequentemente ai personaggi di parlare contemporaneamente, in modo tale che risulta difficile capire cosa stanno dicendo. Nel commento presente sul DVD di I compari fa notare che lascia sovrapporsi i dialoghi, così come lascia alcune parti della trama alla deduzione del pubblico, perché vuole che questi presti attenzione. Similarmente cerca di far sì che i suoi film vengano giudicati "vietati ai minori", in modo da tenere i più giovani lontani dalle sale, poiché ritiene che non abbiano la pazienza richiesta dai suoi film. Tale tendenza porta talvolta al conflitto con le case di produzione, che invece vogliono che nel pubblico ci siano anche i minorenni.

Due suoi film, M*A*S*H e Nashville, sono stati selezionati per la conservazione dal National Film Registry degli Stati Uniti.

Il 5 marzo 2006 ha ricevuto l'Oscar alla carriera, per poi spegnersi, come ogni cristiano, il 21 Novembre 2006.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il 21 marzo 2006 viene annunciata la sua morte, all'età di 81 anni.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -