Cinquemila giovani musicisti l'European youth music festival

Cinquemila giovani musicisti l'European youth music festival

Cinquemila giovani musicisti l'European youth music festival

Oltre 5000 giovani musicisti europei, dai 12 ai 25 anni, si sono dati appuntamento in Emilia-Romagna dal 17 al 19 maggio 2012 per l'undicesima edizione dell'European youth music festival, intitolata "AllegroMosso". La manifestazione, per la prima volta in Italia, proporrà in due giornate più di 400 concerti degli studenti delle scuole di musica aderenti all'Emu (l'organizzazione europea che raggruppa 26 associazioni nazionali). L'obiettivo del festival è favorire l'incontro tra giovani di diverse nazionalità e portare avanti la creazione di un'Europa unita anche nella musica, grazie alle comuni radici culturali.

 

L'assessorato al turismo della Regione Emilia-Romagna ha individuato nell'iniziativa un'importante occasione di promozione internazionale del proprio territorio e in particolare dei luoghi recentemente riqualificati grazie ai finanziamenti del Programma operativo regionale del Fondo europeo di sviluppo regionale 2007-2013.

La manifestazione è stata presentata in anteprima a Bologna dall'assessore regionale al Turismo Maurizio Melucci, insieme all'assessore al turismo della Provincia di Ravenna Libero Asioli e ai presidenti di Emu (European music school union) Gerd Eicker e dell'Associazione italiana Aidsm (Associazione italiana delle scuole di musica) Paolo Ponzecchi.

"Questo festival è perfettamente inserito in questa regione, nella sua storia e nella sua tradizione", ha sottolineato Melucci. "Vogliamo utilizzare questa importante manifestazione per promuovere l'Emilia-Romagna in Europa dal punto di vista turistico. Arrivare a questi giovani è per noi un'occasione importantissima per far conoscere in nostro territorio e le sue potenzialità".
"L'obiettivo del festival - ha aggiunto Eicker - è riunire la gioventù musicale, gli insegnanti, i direttori e le associazioni di tutta Europa, per contribuire a una società di pace in cui la cultura e l'educazione musicale in tutte le loro diversità abbiano maggior significato".


Il festival "AllegroMosso"
Le giornate di concerto saranno precedute dai lavori dell'Assemblea generale del Direttivo Emu (in programma dal 15 al 17 maggio nel Castello estense di Ferrara e nell'Abbazia di Pomposa a Codigoro) alla quale parteciperanno i 70 rappresentanti dei paesi affiliati.
Il 17 maggio il Pala de Andrè di Ravenna ospiterà la cerimonia di apertura di "AllegroMosso", che poi si terrà dal 18 al 19 maggio in diverse località della costiera e dell'entroterra emiliano-romagnolo. Tutte le forme di musica saranno rappresentate.
Infine, il 19 maggio il festival si chiuderà con una cerimonia di saluto e un grande concerto condotto da Goran Bregovic.


La sua storia 
La prima edizione dello Youth music festival, una delle attività più popolari dell'Emu, si è svolta a Monaco nel 1985. Da allora la kermesse è organizzata ogni due o tre anni e propone ogni volta centinaia di concerti musicali.
Ad oggi si sono tenute dieci edizioni e l'undicesima si svolgerà in Emilia-Romagna grazie alla collaborazione tra Regione, Province, Comuni, Emu, Aidsm e Assonanza.
Queste le edizioni:
1985 Monaco, Germania
1989 Strasburgo, Francia
1992 Eindhoven, Olanda
1995 Budapest, Ungheria
1998 Barcellona, Spagna
2000 Trondheim, Norvegia
2002 Berna, Svizzera
2004 Malmö - Copenhagen, Svezia - Danimarca
2007 Budapest, Ungheria
2009 Linz, Austria
2012 Emilia Romagna, Italia

Le scuole di musica in Emilia-Romagna
La regione Emilia-Romagna vanta una lunga tradizione musicale grazie anche all'attività di 5 conservatori, 4 istituti pareggiati e 350 scuole di musica presenti.
Solo nelle scuole suonano 30 mila allievi di cui 1.000 stranieri e 400 diversamente abili, mentre sono al lavoro 2.600 docenti (di cui il 66% è diplomato).
Circa 180 scuole di musica della regione, inoltre, collaborano con le scuole statali di ogni ordine e grado (infanzia, primarie e secondarie di I grado) promuovendo e organizzando attività che coinvolgono circa 70 mila studenti. Dal 2003 le scuole dell'Emilia-Romagna si sono riunite nell'associazione Assonanza.


La storia dell'Emu e dell'Aidsm
L'European music school union (Emu), fondata nel 1973, è un'organizzazione europea no-profit formata da diverse associazioni nazionali di scuole di musica. Sono 26 le associazioni nazionali associate in rappresentanza di oltre quattro milioni di studenti di musica. L'Emu ha lo status di consigliere all'interno del Consiglio europeo.
L'Associazione italiana delle scuole di musica (Aidsm), costituita nel 1985, è nata con l'obiettivo di riunire le scuole di musica italiane e le istituzioni pubbliche e private che hanno l'insegnamento e la diffusione della cultura musicale come principi fondamentali nei loro statuti. La costituzione dell'Aidsm ha risposto alla richiesta dell'Emu di individuare un rappresentante unico per l'Italia per l'organizzazione di progetti e iniziative a livello europeo.
Dal 1999 l'Aidsm è entrata a far parte del Comitato direttivo (Presidium) dell'Emu insieme alle rappresentanze di Olanda, Finlandia, Ungheria, Norvegia, Germania e Slovenia.
Informazioni sul festival sono disponibili sul sito www.allegromosso.it

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -