Civitella: domenica le primarie. Testa a Testa tra Bergamaschi e Stefanelli

Civitella: domenica le primarie. Testa a Testa tra Bergamaschi e Stefanelli

Civitella: domenica le primarie. Testa a Testa tra Bergamaschi e Stefanelli

Finalmente si va alle urne per eleggere il candidato del Partito Democratico: le primarie, a Civitella di Romagna, si terranno domenica 1 Marzo. Si voterà in 3 seggi: a Civitella presso la Rocca del Castello, a Cusercoli presso il teatro Comunale ed a Civorio nel Salone Parrocchiale. A correre per la candidatura a sindaco l'assessore e consigliere comunale di maggioranza, Davide Stefanelli e Pierangelo Bergamaschi, libero professionista. Giovedì il faccia a faccia.

 

Ultimo confronto pubblico tra i due candidati del Pd, giovedì 26 febbraio, presso la rocca di Civitella, alle ore 21. Il precedente, tenutosi giovedì 19 febbraio, presso il teatro comunale di Cusercoli, ha riunito oltre 100 persone, con grande soddisfazione di entrambi gli 'sfidanti'.

 

"La gente si muove, non è vero che la politica non interessa più", sottolinea, a questo proposito Bergamaschi. "Le circa 150 persona che erano presenti a Cusercoli fanno ben sperare per una partecipazione soddisfacente domenica. Oltre 300 votanti sarebbe un buon risultato", aggiunge Stefanelli.

 

46 anni Bergamaschi, laureato in Urbanistica e pianificazione territoriale, libero professionista, 36 anni Stefanelli, laureato in Economia, consulente aziendale. Una corsa tra giovani. Il primo guarda con estrema attenzione ad ambiente e territorio, "perchè diventi un'opportunità: dai prodotti tipici agli agriturismo, dalla valorizzazione delle potenzialità dell'agricoltura alle energie alternative. In secondo luogo grande importanza alla forza di squadra, dove il cittadino partecipi alle scelte dell'amministrazione, in un dialogo su tutti i temi rilevanti, cercando di mantenere una buona qualità della vita anche nei piccoli centri di periferia". Questi i punti salienti del programma di Bergamaschi.

 

Stefanelli mette ai primi posti il welfare e la promozione turistica. "Chiaramente il primo obiettivo, se vinco le primarie, è quello di sconfiggere la destra - spiega - ritengo fondamentale, specialmente in un momento di recessione economica come questo, conservare strenuamente le politiche di welfare locali che riguardano le famiglie e i giovani, ed in modo particolare le politiche sociali rivolte alla terza età. In secondo luogo attenzione estrema alla promozione turistica".

 

 

Con questui presupposti e l'ultimo confronto pubblico di giovedì, quando i due candidati definiranno le loro posizioni, i cittadini sono ponti, se lo vorranno, per recarsi a votare domenica. Sarà una sfida difficile secondo entrambi, un testa a testa.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Chiara Fabbri

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -