Civitella, l'opposizione attacca l'assessore al bilancio: "Nessun taglio, tutte menzogne"

Civitella, l'opposizione attacca l'assessore al bilancio: "Nessun taglio, tutte menzogne"

CIVITELLA DI ROMAGNA - ''Dal primo giorno del suo insediamento nel 2009, l'assessore al bilancio Giovanni Rosati ci racconta che il bilancio comunale è in sofferenza a causa dei tagli effettuati dal Governo Berlusconi.  Ad ogni nostra proposta e ad ogni nostra richiesta il ritornello era sempre lo stesso "Non ci sono i soldi, il governo ha tagliato i trasferimenti""

 

E' quanto si legge in una nota del Gruppo Consigliare di minoranza "Identità e Coraggio (PdL)" a Civitella di Romagna, in merito al bilancio comunale.

 

"Oggi scopriamo dalla relazione del revisore al bilancio consuntivo del 2010 che erano solo bugie che coprivano l'immobilità di questa amministrazione. I trasferimenti dal 2008 al 2010 sono aumentati di 56.000 euro, come certificato dall'andamento del Titolo II delle entrate del bilancio comunale passando da 902.000 euro del 2008 ai 958.000 del 2010. Analizzando anche il titolo I relativo al gettito tributario ossia quello che deriva dalle tasche dei nostri cittadini, scopriamo che rispetto al 2008 è aumentato di 57.000".

 

"L'unico Titolo delle entrate in calo - si conclude la nota di Identità e Coraggio - sono le entrate extra tributarie ossia i proventi che derivano dalla capacità dell'amministrazione di gestire le risorse comunali. I numeri non mentono, Rosati ci hai sempre detto menzogne!  Per fortuna le bugie hanno le gambe corte.  In realtà, come in altre occasioni, questa sgangherata amministrazione cerca sempre un colpevole esterno per mascherare i disastri del Sindaco. Ma i cittadini non sono stupidi e se ne sono già accorti"

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -