Civitella, l'opposizione: "Perso un finanziamento per la firma digitale"

Civitella, l'opposizione: "Perso un finanziamento per la firma digitale"

Civitella, l'opposizione: "Perso un finanziamento per la firma digitale"

CIVITELLA - "Continua la lenta agonia del sindaco Bergamaschi che anche durante l'ultimo Consiglio comunale ha dovuto far fronte non solo alle nostre vane richieste di chiarimenti sull'ormai famoso caso del bianchetto, ma ha dovuto subire l'ennesimo attacco da parte di un altro pezzo della sua giunta, Maria Pia Mingozzi". E' quanto si legge in una nota di Identità e Coraggio, secondo la quale il sindaco avrebbe fatto perdere un finanziamento al Comune per la mancanza della firma digitale.

 

"Andiamo per ordine. L'assessore Comunale al Bilancio Giovanni Rosati, avendo presentato un piano di sviluppo triennale identico a quello dell'anno precedente completamente non eseguito, aggrappandosi sugli specchi ha semplicisticamente scaricato tutte le colpe sul  Governo Berlusconi e non invece, come sostenuto anche dal suo ex capogruppo PD Luca Raggi sulla incapacità della Giunta Bergamaschi di proporre progetti e reperire finanziamenti".

 

"A sconfessare Sindaco e Assessore al Bilancio - continua l'attacco dei consiglieri di opposizione - ci ha comunque pensato anche un altro esponente PD , l'ennesimo,  l'Assessore al welfare Maria Pia Mingozzi.  L'assessore ha spiegato che si era tentata una cordata con gli altri comuni della vallata per accedere a ingenti fondi banditi dalla comunità europea al fine di realizzare un "centro educativo pomeridiano" ma... suspance......l'Assessore Maria Pia Mengozzi sferra un colpo da KO al Sindaco dichiarando che mentre gli altri Comuni, esempio Galeata, sono rientrati nel progetto e quindi nel finanziamento  Civitella No!!!"

 

"L'Assessore Mingozzi - prosegue la nota di identità e Coraggio -  in Consiglio infatti ha dichiarato:" Il sindaco ha dimenticato di attivare nei termini  la smart card. Ovvero non aveva la  firma digitale e quindi ci ha fatto perdere il finanziamento"."

 

"Incredibile - dicono gli esponenti di Identità e Coraggio - Solo per litigi interni  alla maggioranza,   i dispetti tra Assessori e Sindaco fanno perdere preziosi contributi alla collettività . Ecco perché  i consiglieri di identità e Coraggio gridano allo scandalo, all'incuria allo sfregio disapprovando il modus operandi del Sindaco Bergamaschi. Appare evidente a tutti che le parole litigi, sbianchettamenti, forzature, inattività, immobilismo sono le uniche caratteristiche    la Giunta Bergamaschi. Il Gruppo Consiliare Identità e coraggio insiste, a maggior ragione, nel richiedere le oramai inevitabili dimissioni".

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di mestesso
    mestesso

    E' semplicemnte una vergogna!!! Persi finanziamenti per la mancanza di una firma digitale.. vi dovete VERGOGNARE!!!!!!!!!!!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -