Civitella, la comicità di Duilio Pizzocchi sabato sera al teatro comunale

Civitella, la comicità di Duilio Pizzocchi sabato sera al teatro comunale

CIVITELLA - Storie strane e incredibilmente costruite sul vero di uno stralunato lettore ed osservatore delle vicende emiiano-romagnole. Nel suo show il comico bolognese propone una carrellata di personaggi: dall'imbianchino ferrarese, all'improbabile camionista Ermete Bottazzi, per passare poi a Cactus, parodia di un tossico di vecchia generazione, per finire con la signora Novella, vedova Neri azionista di maggioranza dela Microsoft con la passione dei funerali.

 

Pizzocchi, a parere di Freak Antoni, ha lo sguardo e l'istinto dell'entomologo. Osserva con grande acutezza i soggetti che gli interessano e li riproduce con grande profondità. Quando sei davanti a un suo personaggio non ti rapporti mai a qualcosa di superficiale, sei davanti ad un universo. I suoi personaggi potrebbero essere definiti da bar nobilitati". Maurizio Pagliari ci ha offero e ci offre sempre dei precisi spaccati sociologici: la lotta con la vita dell'imbianchino Pizzocchi, l'emarginazione di Cactus, le finte speranze vendute da Donna Zobeide, la schiavitù dal lavoro di Ermete Bottazzi, la dolente cattiveria della signora Novella. Un iperrealismo grottesco.

Personaggi che affondano nella grande tradizione comica popolare. Duilio Pizzocchi potrebbe essere paragonato a un Bertodo contemporaneo per la sua ingenua saggezza e per l'immaginario che evoca.

 

Pizzocchi, a parere di Freak Antoni, ha lo sguardo e l'istinto dell'entomologo. Osserva con grande acutezza i soggetti che gli interessano e li riproduce con grande profondità. Quando sei davanti a un suo personaggio non ti rapporti mai a qualcosa di superficiale, sei davanti ad un universo. I suoi personaggi potrebbero essere definiti da bar nobilitati". Maurizio Pagliari ci ha offero e ci offre sempre dei precisi spaccati sociologici: la lotta con la vita dell'imbianchino Pizzocchi, l'emarginazione di Cactus, le finte speranze vendute da Donna Zobeide, la schiavitù dal lavoro di Ermete Bottazzi, la dolente cattiveria della signora Novella. Un iperrealismo grottesco.

Personaggi che affondano nella grande tradizione comica popolare. Duilio Pizzocchi potrebbe essere paragonato a un Bertodo contemporaneo per la sua ingenua saggezza e per l'immaginario che evoca.

 

INGRESSO SPETTACOLO: intero € 12,00 -  ridotto € 9,00 (per i residenti del Comune in cui si svolge lo spettacolo, over 65, minori 14 anni e studenti).

Apertura biglietteria ore 20.30

PREZZI PREVENDITA (posti numerati): intero 14,00 - ridotto 11,00


ORARI PREVENDITA:

- presso il Teatro Comunale di Civitella di Romagna: VENERDì 5 DALLE ORE 17.00 ALLE ORE 19.00 E SABATO 6 DALLE ORE 11.00 ALLE ORE 13.00.

 

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -