Cogne, Anna Maria Franzoni: ''Non ho ucciso io Sam''

Cogne, Anna Maria Franzoni: ''Non ho ucciso io Sam''

Cogne, Anna Maria Franzoni: ''Non ho ucciso io Sam''

TORINO - Anna Maria Franzoni torna in tribunale. Mercoledì è stata ascoltata dai giudici del tribunale di Torino nel processo del Cogne bis, nel quale è imputata per calunnia nei confronti dell'ex vicino di casa, Ulisse Guichardaz, da lei accusato nel 2004 per l'omicidio del piccolo Samuele. La Franzoni è tornata ribadire di non aver ucciso il figlioletto. "Non avevo nessun motivo di essere ansiosa o depressa", ha evidenziato l'imputata davanti ai giudici.

 

la Franzoni ha anche parlato della pressione mediatica a cui era sottoposta: "Sapevo che erano lì perché dicevano che ero stata io a uccidere Samuele. E quante volte ho fatto un esame di coscienza e mi sono detta 'forse sono stata io e non me ne ricordo'. Violentandomi pensavo: 'posso avere un buco? E' possibile che io non ricordi?', ma non e' mai venuto fuori nulla: perché?"

 

Un altro episodio citato è stato quello di un'intervista al "Maurizio Costanzo Show" in cui emerse che la donna era nuovamente incinta. "Gli avevo chiesto di non dare questa notizia, non potevo negare che fossi incinta - ha affermato la Franzoni -. Ma era una notizia troppo appetibile e in una delle pause pubblicitarie mi fece vedere che in scaletta subito dopo sarebbe seguita proprio quella domanda. Io dissi che non volevo rispondere ma poi lui mi fece la domanda trabocchetto".

 

"Ma l'intento di quell'intervista - ha puntualizzato - per me era un altro, era spiegare le falsità che si dicevano a proposito di me e di Samuele". "Da qui nasce - ha concluso - la mia reticenza a parlare di lui. Mi sembra che se parlo di lui tutto viene travisato. Mi fa male vedere quanto possano dire cose lontane dalla realtà su mio figlio".

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -