Colpisce il collega a martellate, condannato a sei anni di reclusione

Colpisce il collega a martellate, condannato a sei anni di reclusione

SAVIGNANO SUL RUBICONE – Sei anni di carcere per due martellate contro un collega, aggredito alle spalle. Con l’accusa di tentato omicidio, è stato condannato in abbreviato (la pena partiva da nove anni) Gabriele Pasqualicchio, ora 23enne, che il 28 agosto del 2005 aveva colpito alla testa un coetaneo con un martello durante una lite, scattata dopo una banale battuta su chi, tra i due, fosse più bravo. Originari di Caserta, stavano lavorando in un cantiere di Savignano.


Due i colpi inferti con il martello a “coda di rondine”, mentre la vittima, secondo la ricostruzione dell’accusa, era addirittura girata di spalle. La vicenda, iniziata come una litigata per futili motivi, si sarebbe potuta trasformare in una tragedia. Quelle martellate provocarono la rottura del tavolato cranico del ragazzo, con quindici giorni di prognosi, e una crisi epilettica della vittima che, fortunatamente sembra si sia ripreso bene dall’aggressione.


L’imputato, assistito dall’avvocato casertano Mariano Omarto, ha scelto la via dell’abbreviato. In aula il gip Rita Chierici e il pm Filippo Santangelo, le cui richieste, martedì mattina, sono state pienamente accolte dal giudice . La parte offesa, per la quale è stata decisa una provvisionale di 10mila euro, era assistita dall’avvocato Luigi Trocciolo.


lisa tormena


Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -