Commemorazione di Piazza Fontana, contestato il sindaco Moratti

Commemorazione di Piazza Fontana, contestato il sindaco Moratti

Commemorazione di Piazza Fontana, contestato il sindaco Moratti

MILANO - Il sindaco di Milano, Letizia Moratti, e il presidente della Provincia, Guido Podestà, sono stati contestati durante la commemorazione ufficiale della strage di piazza Fontana. Fischi e urla sono continuati anche mentre veniva suonato il Silenzio in onore dei caduti e Moratti e Podestà deponevano delle corone davanti alla Banca nazionale dell'agricoltura dove il 12 dicembre del 1969 avvenne la strage che causò la morte di 17 persone e il ferimento di altre 88.

 

Il sindaco Moratti ha lasciato la piazza scortata dalle forze dell'ordine, in tutta fretta, dopo qualche minuto. "Purtroppo un gruppo di ragazzini ha deciso di contestare come al solito la manifestazione. Vedo che sono molto giovani, dovrebbero imparare dalla compostezza degli adulti", ha commentato Podestà. Si trattava infatti di un gruppetto di giovani per lo più legati ai centri sociali. I contestatori si sono zittiti non appena dal palco hanno parlato i rappresentanti delle vittime.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -