Commercio: controlli per la regolazione del mercato, intesa tra Unioncamere e Anci

Commercio: controlli per la regolazione del mercato, intesa tra Unioncamere e Anci

BOLOGNA - Unioncamere e Anci Emilia-Romagna hanno siglato un accordo quadro, corredato da una convenzione tipo in base alla quale le Camere di commercio potranno collaborare temporaneamente con i Comuni per affrontare le criticità determinate dall'entrata in vigore dell'articolo 34 del decreto legge 112 del 25 giugno 2008 (la cosiddetta "manovra d'estate") in materia di controlli sulla metrologia legale e sulla sicurezza dei prodotti. Il decreto ha disposto la cancellazione di un'ampia gamma di competenze delle Camere di commercio in materia di regolazione del mercato e l'immediato trasferimento ai Comuni "senza nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica" delle funzioni in materia di verifica prima e periodica degli strumenti metrici.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L' accordo quadro prevede un insieme articolato di iniziative congiunte dei Comuni e del sistema camerale in ambito regionale. Innanzitutto, una pressione sul Governo per ottenere la soppressione, in sede di conversione, dell'articolo 34, che ha già determinato pesanti contraccolpi negativi, anche in Emilia-Romagna, sia per i consumatori che per le imprese, a cominciare dai costruttori degli strumenti di misura. Il voto finale del Parlamento per convertire il decreto deve avvenire entro il 23 agosto. Nel frattempo Anci e Unioncamere stanno attivando l' Osservatorio regionale dei disservizi, per tenere aggiornata la mappa delle criticità e delle emergenze determinate dal decreto

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -