Comunità montane, cura dimagrante in Romagna: scenderanno da cinque a due

Comunità montane, cura dimagrante in Romagna: scenderanno da cinque a due

Comunità montane, cura dimagrante in Romagna: scenderanno da cinque a due

Drastico taglio per le comunità montane in Regione.  Sono partite le procedure per la loro riduzione da 18 a 9. La proposta della Regione passa al vaglio dei Comuni interessati che dovranno esprimersi entro il 31 gennaio. A febbraio i decreti di ridelimitazione, in vigore dopo le elezioni amministrative 2009. In Romagna verrà eliminata l'unica comunità montana del Ravennate, nella provincia di Forlì-Cesena scenderanno da tre a due, a Rimini verrà soppressa l'unica esistente.

 

La proposta tiene conto delle caratteristiche territoriali, demografiche, socio-economiche complessive e dei preesistenti ambiti di cooperazione tra i Comuni. Questo per valorizzare il presidio dei territori montani e di esercizio associato delle funzioni comunali assimilando, tra l'altro, le Comunità montane alle Unioni dei Comuni.

 

I Comuni appartenenti a Comunità montane disciolte possono aderire ad una altra Comunità montana o ad una Unione esistente (o al Nuovo Circondario imolese), ma anche costituire una nuova Unione di Comuni subentrante alla Comunità montana disciolta.

 

L'ipotesi della Giunta regionale prevede: due Comunità montane nella Provincia di Piacenza, Valli del Nure e dell'Arda e Appennino Piacentino (erano tre); restano due nella Provincia di Parma; resta una nella Provincia di Reggio; una nella Provincia di Modena, il Frignano (erano tre); una nella Provincia di Bologna, Alta e media Valle del Reno (erano quattro, compresa quella della Valle del Santerno nell'imolese); nessuna nel ravennate (era una), due nella Provincia di Forlì-Cesena, Appennino Cesenate e Appennino Forlivese (erano tre); nessuna in Provincia di Rimini (era una).

 

Entro il 31 gennaio 2009 le Comunità montane ed i Comuni interessati dovranno esprimere il loro parere, mentre entro il 28 febbraio 2009 il presidente della Giunta regionale Vasco Errani adotterà i decreti di ridelimitazione, che entreranno in vigore solo dopo le prossime elezioni amministrative locali.

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I decreti fisseranno il termine per l'approvazione dei nuovi statuti e per la costituzione dei nuovi organi che dovrà avvenire entro il 30 giugno 2009. I Comuni appartenenti a Comunità montane disciolte che intendono aderire al Nuovo Circondario imolese o ad una unione esistente o costituire una nuova Unione di Comuni subentrante alla Comunità montana disciolta, dovranno deliberare gli atti costitutivi consentendo solo successivamente lo scioglimento della Comunità montana.

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di Pace
    Pace

    Speriamo che approvino questi tagli: alcune comunità montane erano davvero ridicole... Mi sembra un buon primo passo nella direzione della razionalizzazione della spesa pubblica.

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -