Con 300 km di piste al via la stagione sciistica in regione: tutti i prezzi e le proposte

Con 300 km di piste al via la stagione sciistica in regione: tutti i prezzi e le proposte

Con 300 km di piste al via la stagione sciistica in regione: tutti i prezzi e le proposte

BOLOGNA - E' al cancelletto di partenza la stagione sciistica sull'Appennino dell'Emilia-Romagna. Gli appassionati avranno a disposizione 16 stazioni sciistiche da Piacenza alla Romagna, per un totale di oltre 300 chilometri di discese. Le localita' "regine" sono il comprensorio del Cimone(in provincia di Modena), il Corno alle Scale (Bologna) e Cerreto Laghi (Reggio Emilia). Piccole, ma organizzate, anche le altre stazioni specializzate in sport invernali.

 

Queste in ordine geografico sono: Passo Penice fra i comuni di Bobbio e Monsonico (Piacenza), Schia e Prato Spilla sull'Appennino Parmense, Civago, Alpe di Cusna (Febbio) e Ospitaletto nella provincia di Reggio Emilia, Fiumalbo, Piane di Mocogno, Sant'Anna Pelago, Frassinoro e Piandelagotti nel modenese e infine le stazioni dell'Appennino Romagnolo, Campigna e le Balze Monte Fumaiolo.

 

I PREZZI SKIPASS

Tanto divertimento dappertutto, ma sempre con un occhio al portafoglio: con un calendario in mano, si possono cogliere le occasioni migliori. Per esempio, se si acquista lo skipass stagionale del Cimone entro novembre, costera' 507 euro per gli adulti e 320 euro per i ragazzi. A dicembre passera' poi a 557,5 euro per gli adulti e 389 per i ragazzi. I bambini nati dal 2002 in poi sciano gratis. Incluso nello stagionale cinque giornate di sci all'Abetone. Per il resto lo skipass giornaliero costera' 32 euro nei giorni festivi, 26 euro nei feriali.

 

Al Corno alle Scale lo skipass stagionale, acquistato entro il 30 novembre, costa 420 euro (giovani 220 e senior 320). Da dicembre in poi il prezzo sara' di 460 euro (giovani dai 9 ai 18 anni 270 e senior 340). Il festivo costera'  27 euro e il feriale 21 euro. A Cerreto Laghi (Re), ecco lo skipass valido tre giorni festivi a 70 euro, l'abbonamento per tre giorni feriali costa invece 42 euro. Quanto

ai normali skipass si va dal festivo a 28 euro, al feriale a 20 euro. E tutti i giovedi' lo skipass costera' solo 15 euro (sono esclusi i periodi di festivita' natalizie e pasquali

 

utte le novita' che riguardano la stagione invernale dell'Appennino sono reperibili su internet

(www.appenninoeverde.org e www.appenninobianco.it; pacchetti e vacanze sulla neve si possono prenotare anche su www.visitemiliaromagna.it), ma ecco una carrellata sui principali impianti.  

 

CIMONE

   Si comincia dal Cimone, che offre 50 km di piste, sciabili con un unico skipass elettronico, e 23 impianti di risalita modernissimi fra i quali anche una seggiovia automatica a 6 posti. E poi snowpark, babypark, neve programmata. Nel comprensorio, formato dai quattro comuni di Fanano, Montecreto, Riolunato e Sestola, per la stagione 2010 una nuova seggiovia due posti Esperia permettera' una migliore integrazione delle aree Montecreto e Passo del Lupo. Il nuovo impianto servira' anche la rinnovata pista Esperia, che da Passo del Lupo scende fino alla partenza della seggiovia.

 

E' stata disegnata anche una nuova pista "difficile-nera", chiamata Sette Fontane: parte all'arrivo

della seggiovia Pian Cavallaro e termina in corrispondenza della stazione d'arrivo della seggiovia Polle-Valcava. Sono state ulteriormente messe in sicurezza con reti e protezioni le piste Lago della Ninfa e Stadio dello Slalom Romolo Pelloni. Novita' anche per gli appassionati di snowboard: e' stato realizzato un nuovo snowpark, lungo tutto il percorso della pista Lago della Ninfa, con sequenze di salti, rampe ed attrezzature varie. Lo spazio divertimento si aggiunge allo Snowpark Cimone di Piancavallaro, meta di tantissimi riders.   Fra le promozioni del Cimone, l'offerta "Acchiappa la neve" valida per il fine settimana del 12 e 13 dicembre (69 euro a persona), e il pacchetto "Emozioni Natalizie" (161 euro a persona), valido per i tre giorni precedenti il Natale (21-24).

 

Tra l'altro, la montagna del Cimone (info: www.cimonesci.it e www.vallidelcimone.it) e' ormai

trasformata nella capitale degli sport avventura sulla neve: oltre alle aree attrezzate per la tavola da sci, si puo' provare il kite surf dove si fila a 50/70 km trainati da un aquilone, il Parapendio, lo sleddog o il digital scooping per fotografare gli animali del Parco Regionale. Altrimenti si possono fare in qualsiasi momento passeggiate nel bosco con le ciaspole,  escursioni a cavallo nella neve, gite notturne in motoslitta.

 

E alla sera, non c'e' nulla di meglio che un tuffo rigenerante nell'acqua calda di una piscina. Non mancano anche le occasionidi shopping negli antichi borghi alla ricerca di prodotti tipici. Il Cimone e' anche la capitale dei bambini: ci sono ben quattro babypark. A due passi scorrono gli anelli del fondo in uno scenario naturale al Lago della Ninfa (5 km), Cimoncino (5 km) e Polle (2 km).

 

CORNO ALLE SCALE

   Il Corno alle Scale e' la localita' dove tanti bolognesi hanno imparato a sciare, a cominciare da Alberto Tomba. Proprio al campione bolognese sono intitolate due piste: sono le discese piu' lunghe di tutto l'Appennino, che regalano oltre tre chilometri ininterrotti sugli sci e sono omologabili anche per gare di Coppa del Mondo. Al Corno (40 km di piste, una decina di impianti, due anelli di 3 e 5 km per il fondo, snow park e babypark) gli appassionati potranno salire in vetta alle Rocce con una modernissima seggiovia che trasporta 2.400 persone all'ora (Info: www.cornoallescale.net).

 

Il Corno alle scale non e' soltanto sci, ma anche cultura e tradizioni presenti nel comune capoluogo

Lizzano in Belvedere e nella vivace frazione di Vidiciatico. Nei dintoino rni si possono scoprire affascinanti borghi di pietra con misteriosi simboli (le cosiddette "mamme") di origine celtica, antichi santuari come la Madonna dell'Acero, fondata, secondo la leggenda, intorno a un albero, oggi secolare. A Lizzano c'e' anche un presidio slow-food: il salmerino, un piccolo pesce di acqua dolce simile alla trota. Fra le promozioni a tariffe anticrisi, ecco il pacchetto "Scia low cost", da venerdi' a domenica (escluso periodo festivita' natalizie) che parte da 99 euro a persona. Info 051 6166196.  La settimana bianca low cost parte da 199 euro.

 

CERRETO LAGHI

Infine, nella stazione di Cerreto Laghi, che sorge intorno a un bellissimo lago ai piedi del Monte Nuda, si scia con il nuovo skipass elettronico "a mani libere" che funziona un po' come un telepass sull'Appennino Reggiano. E' la stazione di punta del territorio di Reggio Emilia: 28 km di piste, cinque impianti (compresa la seggiovia triposto che sale velocemente a 1980 metri sul Monte La Nuda), 13 km dedicati al fondo, pista omologata per gare internazionali, snow park e baby park). Al Cerreto e' aperto il Palaghiaccio, principale punto di ritrovo per tutte le eta'; e dopo una pattinata si puo' entrare nella sauna bollente ospitata nell'edificio.

 

Tante sono le proposte e i pacchetti: per i gruppi e le scuole c'e' un'offerta che include tre pernottamenti in albergo 3 stelle, pensione completa, skipass due ore di scuola sci al giorno a 165 euro; noleggio sci e scarponi per tutto il periodo a 15 euro (info: www.cerretolaghi2004.it).

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -