Con il digitale terrestre mezzo milione di tv dismesse in Regione

Con il digitale terrestre mezzo milione di tv dismesse in Regione

Con il digitale terrestre mezzo milione di tv dismesse in Regione

Con il passaggio al digitale terrestre, in Emilia-Romagna si prevede la dismissione di mezzo milione di televisori. La parola d'ordine è quindi "no all'abbandono dei rifiuti", che provoca un danno ambientale alle nostre città, ma "sì al loro recupero". Il messaggio arriva forte e chiaro da Hera Ravenna. Cosa fare della tv che si vuole buttare, nel caso in cui si acquisti un nuovo apparecchio e non solo il decoder? La scelta giusta per il cittadino è quella di portarla alla stazione ecologica Hera del proprio Comune.

 

Assolutamente vietato abbandonarla per strada, gettarla in un cassonetto o lasciarla a fianco di un contenitore dei rifiuti. La scelta giusta per il cittadino è quella di portarla alla stazione ecologica Hera del proprio Comune, dalla quale viene ritirata dai consorzi di produttori delle tv che si occupano del recupero del materiale da riciclare. E' utile sapere infatti che una tv è riciclabile quasi completamente.

 

Se poi non si ha la possibilità di recarsi presso le stazioni ecologiche, Hera, attraverso il proprio numero verde 800.999.500, mette a disposizione per le utenze domestiche anche un servizio di ritiro gratuito del vecchio televisore. Nel 2010, nelle zone servite dalla Struttura operativa territoriale di Ravenna, Hera prevede che saranno ritirati a domicilio o conferiti presso le stazioni ecologiche circa 34 mila tv e monitor.

Commenti (2)

  • Avatar anonimo di zio Giangi
    zio Giangi

    Volete sapere la verità su Hera per lo smaltimento dei televisori? Bene, io di mestiere faccio il tecnico tv presso un laboratorio di Cesena e quando i clienti abbandonano la propria tv perchè non è conveniente riparare, oppure la lasciano proprio perchè pensano che sia il posto giusto per abbandonarla, noi queste tv non le possiamo portare alle isole ecologiche gratuitamente come tutti gli altri. Abbiamo anche provato a portarle con le nostre auto private, ma dopo un paio di giri ci hanno riconosciuto; e pensare che le tv in questione non sono nostre, ma dei clienti che le abbandonano perchè così si fa prima. Cosa dobbiamo fare ? Andare a Rio Eremo e pagare lo scarico a peso? non ci penso neanche un minuto e cerchiamo di non ritirarle dai clienti, ma così si incentiva l'abbandono per strada o vicino ai cassonetti. Ma se Hera vuole questo, è inutile che sbandieri il favore che ti fa venendola a prendere a casa; io da solo posso portargli 50 tv al mese! e faccio tutto gratis e velocemente.

  • Avatar anonimo di RZ
    RZ

    Insomma non bastava la vergogna e l'umiliazione di dover comprare per imposizione un decoder per far arricchire Silvio Berlusconi (i decoder e le card le produce una ditta di proprietà di Paolo berlusconi, per chi ancora non lo sapesse..), che di punto in bianco si è inventato questa tecnologia assolutamente inutile che serve solo a farci vedere peggio la televisione, ma soprattutto a farcela pagare, come se fosse tutta sua. Pure i televisori ci tocca cambiare adesso! E scommetto che tra poco partirà una bella rottamazione con finanziamenti agevolati per chi decide di comprarne uno nuovo, e mi gioco le palle che la finanziaria di riferimento ha a che fare con Denis Verdini(BCC) o Ennio Doris(Banca Mediolanum) o Marina Berlusconi(Mediobanca-Generali. Se gli Italiani fossero intelligenti la metà di quel che si credono, correrebbero tutti a comprarsi SKY, e manderebbero così in malora il digitale terrestre insieme a tutti quelli che sulla pelle degli Italiani ci si arricchiscono. IL DIGITALE TERRESTRE E' UNA TRUFFA!!!

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -