Concussione e corruzione, indagato il pd Penati

Concussione e corruzione, indagato il pd Penati

Concussione e corruzione, indagato il pd Penati

MILANO - Il vicepresidente consiglio regionale della Lombardia per il Partito democratico e già presidente della Provincia di Milano, Filippo Penati, è stato indagato dalla Procura della Repubblica di Monza con l'accusa di concussione, corruzione e illecito finanziamento ai partiti. Per l'accusa state corrisposte, o promesse, somme di denaro per agevolare il rilascio di alcune concessioni o per impostare secondo determinati criteri il Piano di governo del territorio (Pgt).

 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'inchiesta, che riguarda l'area Falck di Sesto San Giovanni, dove Penati è stato sindaco, vede coinvolte una quindicina di persone, tra cui anche Pasqualino Di Leva, assessore al Comune di Sesto San Giovanni. I militari del nucleo di polizia tributaria della guardia di finanza hanno eseguito una serie di perquisizioni disposte dal sostituto procuratore Walter Mapelli negli uffici del consiglio regionale della Lombardia e in società e abitazioni di Milano e Sesto San Giovanni.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -