Condannati per violenza su 19enne, nei guai per ricettazione

Condannati per violenza su 19enne, nei guai per ricettazione

FORLI’ - Venne stuprata da un branco di tre magrebini davanti al proprio ragazzo che venne picchiato selvaggiamente a calci e pugni. I tre, responsabili del bruttissimo episodio di cronaca ai danni di una 19enne che si consumò a Gatteo nel 2002 per il quale vennero condannati a 16 anni di reclusione in primo grado, pena ridotta a 12 in Appello, sono tornati in un’aula del tribunale di Forlì per rispondere di ricettazione. La corte li ha condannati ad un anno di reclusione.


Il pm Marco Forte aveva contestato il reato di rapina di una collana d’ora ed di un cellulare ad una donna. La corte, composta dal presidente Orazio Pescatore, Elisa Mariani e Lusia Del Bianco, li ha assolti per mancanza di prove.


Per arrivare a questa brutta pagina di cronaca nera bisogna andare indietro di quasi 6 anni, esattamente alla sera del 19 agosto. La vittima dell’episodio, una 19enne, decise di appartarsi con il proprio ragazzo, un turista 17enne originario della Lombardia, nei pressi di un campo a calcio a 5 a Gatteo a Mare a poca distanza dal fiume Rubicone.


I due improvvisamente vennero raggiunti da tre magrebini che, nel giro di pochi minuti, stuprarono la ragazza e picchiarono selvaggiamente il ragazzo, costretto ad assistere alla violenza della giovane compagna. Prima di fuggir via rubarono dalla tasche del ragazzo il portafoglio ed i cellulari ad entrambi.


Pochi giorni dopo gli agenti della Squadra Mobile di Forlì riuscirono a catturare i tre ad Asti. In manette finirono il 23enne Nabil Haloumi, il 24enne Sarrah Aziz Abdegani e il 25enne Aisidam Moustapha, tutti e tre domiciliati nella città piemontese. Nell’appartamento di uno di loro venne ritrovato il cellulare del ragazzo.


Processati nel 2005 presso il Tribunale di Forlì, vennero condannati a 16 anni di reclusione e a 250mila euro di risarcimento alla ragazza e 15mila per il giovane. Successivamente la pena è stata ridotta a 12 anni in Appello. Lunedì sono tornati in tribunale per esser condannati ad un anno di reclusione ciascuno per ricettazione.

Commenti

Notizie di oggi

I più letti della settimana

    -
    -